Allerta Meteo, pesante avviso di Estofex per l’Italia: rischio alluvioni lampo da Nord a Sud, particolare attenzione in Lazio e Campania

Allerta Meteo – L’Italia si ritrova ancora a fare i conti con il maltempo ed Estofex (European Storm Forecast Experiment) lancia nuovi avvisi. Allerta meteo di livello 2 per il Sud Italia, parti della Tunisia e acque circostanti principalmente per grandine di grandi dimensioni e alluvioni lampo e, in misura minore, per forti raffiche di vento e tornado.
Livello di allerta 2 per le aree costiere dell’Italia nordorientale, la Slovenia occidentale e la Croazia nordoccidentale per alluvioni lampo.
Livello di allerta 1 per gran parte dell’Italia, Corsica, Tunisia e Algeria nordorientale per alluvioni lampo e tornado non supercellulari sul mare.
Tutte le allerte si intendono formalmente valide fino alle 7 (ora italiana) di domani, 3 novembre.

Una depressione altamente amplificata a 500hPa si estende dal Mar di Norvegia all’Algeria. È fiancheggiata da due dorsali: una che dall’Atlantico raggiunge l’Inghilterra, l’altra che dalla Libia raggiunge l’Ucraina. Una goccia fredda è presente sopra la Turchia orientale. Il trasporto di aria eccezionalmente calda verso nord davanti alla depressione e dell’aria polare verso sud dietro di essa continua, anche se il gradiente di pressione si abbassa un po’ nella giornata odierna. Il lungo e quasi stazionario limite frontale che separa queste due masse d’aria si estende dagli Stati baltici attraverso le Alpi fino alla Tunisia. Lungo e davanti a questo limite è atteso un altro giorno di temporali sull’area del Mediterraneo centrale.

Mediterraneo centrale

I venti verso sud-est portano abbastanza umidità verso il limite frontale. L’indice CAPE dovrebbe essere nell’ordine di 500-1000 J/Kg sulle aree costiere e anche al largo. Lo shear verticale del vento è spesso favorevole a tempeste organizzate con valori tra 10 e 20 m/s in 0-3 km. Per tutto il periodo indicato saranno attivi temporali sparsi, soprattutto in prossimità del limite frontale dalla Tunisia al Tirreno e all’Italia centrale. La “modalità” dominante saranno le multicelle. Le alluvioni lampo sono il rischio principale quando le tempeste si muoveranno verso la terraferma e saranno massimizzate su Lazio e Campania nel corso della mattinata. Grandine di grandi dimensioni, forti raffiche di vento e tornado sono possibili sotto correnti ascensionali più discrete.

Le tempeste probabilmente si indeboliranno sulla penisola italiana ma un’altra ripresa è attesa sull’Adriatico settentrionale, dove l’abbondante umidità si sposta sulla terraferma. Con indici CAPE e shear verticale più deboli, il rischio rimane principalmente confinato ad alluvioni lampo. Alcune tempeste potrebbero spostarsi sulla Slovenia e l’Austria nelle ore serali e nel corso della notte, supportate dall’avvezione di aria calda e instabile.

Mediterraneo occidentale

Al di sotto della base della depressione, indici CAPE dell’ordine di poche centinaia di J/Kg sotto un debole shear verticale del vento supporteranno tempeste sparse e non organizzate. Possibili alluvioni lampo in Sardegna, Corsica e aree costiere dell’Algeria e qualche tornado non supercellulare in mare. I venti più freddi e secchi di Maestrale spingeranno l’aria instabile gradualmente verso sud oltre la linea Corsica-Maiorca entro il tramonto.

Questa la situazione delineata da Estofex per le prossime ore sul Mediterraneo, Italia compresa. Massima attenzione. Ecco le pagine utili per seguire la situazione meteo in tempo reale:

 

allerta meteo estofex 2 3 novembre