Paura sul volo Reggio Calabria-Roma con un magistrato anti ‘Ndrangheta, un Sindaco e 2 deputati: l’aereo Alitalia costretto a tornare a terra [LIVE]

Paura stamattina sul volo Alitalia AZ1156 partito dall’Aeroporto di Reggio Calabria alle ore 11:00 e diretto a Roma Fiumicino dove sarebbe dovuto atterrare alle 12:25: a bordo del volo c’erano tanti “pezzi grossi” della politica e della magistratura calabresi e siciliani: il Sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà, il Presidente del Consiglio Regionale della Calabria Nicola Irto, il noto magistrato anti ‘ndrangheta Antonio De Bernardo, che esattamente un anno fa il 6 Novembre 2017 si insediava alla Procura di Catanzaro come sostituto procuratore, i deputati Francesco CannizzaroNino Germanà. Dopo 15 minuti dal decollo, il comandante ha informato i  viaggiatori che a causa di un’avaria dovuta a problemi di pressurizzazione l’aereo non sarebbe arrivato a destinazione ma avrebbe dovuto effettuare un atterraggio nuovamente a Reggio Calabria. A bordo si sono vissuti momenti di paura, sui passeggeri è calato il gelo e qualcuno ha iniziato a piangere.

Fortunatamente alla fine è andato tutto bene, l’aereo è riuscito a tornare all’Aeroporto “Tito Minniti” senza ulteriori problemi e i passeggeri sono scesi in piena sicurezza.

Poche ore prima si era verificato un altro problema sempre su un volo Alitalia (AZ1162) partito da un altro aeroporto calabrese, quello di Lamezia Terme, con 179 passeggeri a bordo e diretto anche inquesto caso a Roma Fiumicino. Il volo era regolarmente decollato alle 06:35 ma è stato  costretto al rientro per un’avaria a uno dei motori. A terra, a seguito di una richiesta pervenuta al 115 dei Vigili del fuoco dalla torre di controllo dell’aeroporto, è scattato il piano di emergenza. Il velivolo è comunque atterrato nello scalo calabrese senza problemi e in piena sicurezza alle 6:52 anche qui con tanta paura ma senza conseguenze per i passeggeri.