#Cambiamoagricoltura: migliaia di messaggi al Consiglio dei Ministri agricoltura per chiedere una nuova PAC

Si riunisce oggi a Bruxelles il Consiglio dei Ministri agricoltura degli Stati membri dell’Unione Europea per discutere la riforma della PAC post 2020 nell’ambito del negoziato in corso con la Commissione e il Parlamento della UE, con l’obiettivo della sua approvazione prima delle elezioni europee del 2019. In occasione di questa riunione, si spiega in una nota, “migliaia di cittadini europei hanno inviato una loro fotografia con un messaggio chiaro per un cambiamento del paradigma dell’agricoltura europea, con per una politica che sostenga la transizione verso l’agroecologia, premiando chi maggiormente tutela gli ecosistemi, la nostra salute e conserva il paesaggio rurale, come l’agricoltura biologica e biodinamica. Anche i cittadini italiani hanno partecipato all’iniziativa europea “Good Food, Good Farming” mobilitati dalla Coalizione italiana #CambiamoAgricoltura che in occasione del Consiglio europeo rilancia oggi attraverso un Twitterstorm i messaggi dei cittadini rivolti in particolare al nostro Ministro dell’Agricoltura, Gian Mario Centinaio.”
Anche dalla Corte dei Conti europea, in un suo documento reso pubblico nei giorni scorsi, ha valutato insoddisfacenti le novità introdotte con la proposta di riforma della Commissione proprio sugli obiettivi ambientali, definendoli privi di concretezza e difficili da misurare in termini di risultati reali richiamando, quindi, l’esigenza di una PAC più verde in grado di contribuire maggiormente al contrasto dei cambiamenti climatici, ad arrestare la perdita di habitat e specie selvatiche, alla gestione sostenibile dell’acqua.”

Auspichiamo, quindi” – affermano le associazioni di #CambiamoAgricoltura – “che i Ministri europei dell’Agricoltura tengano conto del parere della Corte dei Conti e portino proposte concrete per migliorare la proposta della Commissione e non peggiorarla come sembra emergere dalle dichiarazioni fino ad ora emerse”.