Carburanti: Staffetta Quotidiana, movimento a ribasso sul gpl

Il “ponte” sta trascorrendo senza particolari novità sui listini dei prezzi consigliati dei carburanti alla pompa. Da segnalare soltanto un movimento al ribasso sul gpl. Diversa invece la situazione sui mercati petroliferi internazionali: le quotazioni di benzina e gasolio in Mediterraneo sono andate a picco ieri, perdendo l’equivalente di 2,5 centesimi al litro. È rimasto però isolato, per ora, il ribasso deciso mercoledì da Eni sui due prodotti principali. Stando alla consueta rilevazione di Staffetta Quotidiana, Tamoil ha ridotto di un centesimo al litro i prezzi consigliati del Gpl. A determinare il calo, che nei prossimi giorni riguarderà con tutta probabilità anche gli altri marchi, il tonfo dei prezzi di importazione dall’Algeria, che per novembre risultano in calo di quasi il 18%.
Queste sono le medie dei prezzi praticati comunicati dai gestori all’Osservatorio prezzi del ministero dello Sviluppo economico ed elaborati dalla Staffetta, rilevati alle 8 di ieri mattina su circa 14mila impianti: benzina self service a 1,656 euro/litro (-2 millesimi, pompe bianche 1,635), diesel a 1,559 euro/litro (-1, pompe bianche 1,541); benzina servito a 1,770 euro/litro (-2, pompe bianche 1,679), diesel a 1,680 euro/litro (-1, pompe bianche 1,583); gpl a 0,693 euro/litro (invariato, pompe bianche 0,681), metano a 0,985 euro/kg (+1, pompe bianche 0,972).
Queste le quotazioni dei prodotti raffinati in Mediterraneo alla chiusura di mercoledì: benzina a 442 euro per mille litri (-6), diesel a 538 euro per mille litri (+11, valori arrotondati). Queste le quotazioni dei prodotti raffinati in Mediterraneo alla chiusura di ieri: benzina a 417 euro per mille litri (-25), diesel a 513 euro per mille litri (-25, valori arrotondati). In allegato le tabelle con i prezzi per marchio e le variazioni.