USA, epidemia di sigarette elettroniche tra i bambini: Juul blocca la vendita di alcuni aromi

Juul Labs Inc., il produttore di sigarette elettroniche leader negli USA, sta sospendendo la vendita nei negozi di alcuni aromi per scoraggiare l’uso da parte dei più giovani. La scelta arriva in vista delle misure restrittive attese da parte del governo americano sulle vendite di e-cig aromatizzate ai minorenni. Juul ha dichiarato di aver bloccato gli ordini per i gusti mango, frutta, crema e cetriolo e che riprenderà le vendite solo ai rivenditori che scansionano i documenti d’identità e che prendono altre misure per verificare l’età dei clienti. Menta e mentolo continueranno ad essere vendute nei negozi, perché rifletterebbero ciò che si trova nelle sigarette tradizionali, mentre tutti i gusti continueranno ad essere venduti sul sito web dell’azienda.

L’azienda ha dichiarato anche di poter chiudere i suoi account Facebook e Instagram e si è impegnata a prendere altre misure per assicurarsi che i bambini non facciano uso di sigarette elettroniche. Il CEO Kevin Burns ha dichiarato che i loro prodotti hanno lo scopo di far smettere di fumare le sigarette regolari agli adulti, aggiungendo: “Non vogliamo che le persone che non fumano o che non fanno uso di nicotina utilizzino i nostri prodotti. Sicuramente non vogliamo che i giovani usino i prodotti. È un male per la salute pubblica e per la nostra missione”.

dispositivi vaping JuulLe sigarette elettroniche sono dispositivi a batteria che trasformano un liquido che spesso contiene nicotina in un vapore inalabile. Generalmente sono considerate un’alternativa meno pericolosa alle sigarette tradizionali, ma le autorità avvisano che la nicotina è dannosa per i cervelli che sono ancora in sviluppo. Alcuni prodotti del vaping hanno aromi con nomi come “chewing gum” o “zucchero filato”, il che ha fatto sorgere critiche nei confronti dell’industria, accusata di pubblicizzare le sigarette elettroniche tra i bambini.

Juul ha iniziato le sue vendite nel 2015. I suoi dispositivi somigliano a tipiche chiavette USB, possono essere ricaricati dalle porte USB dei computer e hanno cartucce precaricate contenenti nicotina. Lo scorso anno, Juul è diventata leader del settore negli USA, in parte anche grazie alle aggressive azioni di marketing attraverso Instagram e altri social media molto seguiti dai bambini, sostengono alcuni ricercatori.

Scott Gottlieb (Food and Drug Administration, FDA) ha dichiarato: “Siamo profondamente preoccupati dall’epidemia dell’uso di sigarette elettroniche da parte di giovani. L’azione volontaria non sostituisce le misure regolamentari che la FDA prenderà presto. Ma vogliamo riconoscere le azioni di Juul oggi ed esortare tutti i produttori ad adottare immediatamente misure che inizino a invertire questa tendenza”. La FDA ha dichiarato che intende vietare la vendita della maggior parte delle sigarette elettroniche aromatizzate nei tabacchi e nelle stazioni di rifornimento, ad eccezione del mentolo. Solo nel mercato americano i prodotti del vaping producono 4 miliardi. Esiste, però, ancora poca ricerca sui loro effetti a lungo termine sulla salute e il dibattito sulla loro efficacia di far smettere di fumare le sigarette tradizionali è ancora acceso.