Si rompe il frigorifero e l’appartamento va in fiamme: uomo ricoverato per intossicazione da monossido di carbonio

Durante la scorsa notte i Carabinieri della Compagnia di Monterotondo sono intervenuti in uno stabile di via San Matteo a causa di un incendio divampato in un appartamento sito al terzo piano. I militari, insieme ai Vigili del Fuoco del distaccamento di Montelibretti, hanno tratto in salvo il proprietario dell’abitazione, un 73enne trovato riverso nel proprio letto privo di sensi. L’allarme, scattato grazie ad una chiamata arrivata al 112, ha permesso ai Carabinieri di giungere sul posto in pochi minuti, quando il fumo fuoriusciva già dall’abitazione: i militari hanno sfondato la porta di ingresso insieme ai Vigili del Fuoco e hanno tratto in salvo il pensionato. L’uomo e’ stato trasportato dal 118 al Policlinico Umberto I di Roma in codice rosso: sottoposto a cure iperbariche, si trova ora ricoverato a causa di una forte intossicazione da monossido di carbonio, ma non sarebbe in pericolo di vita. A causare l’incendio è stato il malfunzionamento del frigorifero che ha innescato un corto circuito. La palazzina è già stata dichiarata agibile.