Influenza e probiotici: i fermenti lattici inutili contro i virus intestinali

Una ricerca condotta da Elizabeth Powell, specialista pediatra di pronto soccorso presso l’ospedale pediatrico Lurie Children’s e docente della Northwestern University Feinberg School of Medicine, i cui risultati sono stati pubblicati sul “The New England Journal of Medicine”, ha indagato sugli effetti dei probiotici, fermenti come il Lactobacillus rhamnosus, molto usati per risolvere le influenze intestinali che colpiscono i bambini (con mal di pancia, vomito e/o diarrea): è emerso che tali fermenti sono probabilmente del tutto inutili contro i virus intestinali.
I probiotici sono stati i protagonisti dello studio clinico più vasto condotto finora in doppio cieco su un campione di ben 943 bimbi giunti in pronto soccorso con i sintomi dell’influenza intestinale. I pediatri hanno prescritto a una parte del campione un comune probiotico, e agli altri una sostanza placebo.
E’ risultato che i bimbi che li hanno assunti non hanno visto migliorare i sintomi in meno tempo, né si è osservata una riduzione della gravità. Non si sono inoltre registrati minori giorni di assenza da scuola o asilo riduzioni della trasmissione del virus intestinale agli altri membri della famiglia.
L’influenza, con o senza fermenti, non ha mostrato variazioni per durata, gravità e trasmissibilità.