Lenti a contatto: ecco come evitare occhi secchi e irritati con il freddo

MeteoWeb

Durante i mesi più freddi, le persone che indossano lenti a contatto potrebbero sentire più fastidio del solito. L’aria fredda e secca può anche eliminare l’umidificazione degli occhi, rendendo più probabile che le lenti a contatto disturbino la vista. Queste condizioni più fredde portano ad una minor umidità nell’aria. “La bassa umidità porta ad asciugare il film protettivo dell’occhio e, poiché le lenti a contatto sono mantenute umide dal film protettivo, questo potrebbe portare ad una vista offuscata e alla sensazione di un corpo estraneo”, ha spiegato il Dott. Ming Wang del Wang Vision 3D Cataract e del LASIK Center di Nashville, USA.

Comprendere le sfide uniche che le persone che portano lenti a contatto affrontano durante i messi più freddi dell’autunno e dell’inverno inizia con la salute generale dell’individuo. “Le persone tendono a bere meno acqua quando fa freddo, disidratandosi. Meno acqua nel corpo significa meno lacrime negli occhi, che possono causare secchezza e fastidio”, ha dichiarato il Dott. Michael Chernich, direttore di cure oculistiche per Pearle Vision. Quando fuori fa freddo, le persone in casa generalmente sono esposte al riscaldamento artificiale. Spesso, le unità di riscaldamento asciugano l’aria. “Meno acqua nell’aria significa meno acqua sulla superficie delle lenti a contatto, che può portare fastidio e arrossamento, ha spiegato Chernich, aggiungendo che alcune lenti a contatto sono migliori di altre in queste condizioni. Gli esperti consigliano di stare lontani dai termosifoni, in modo che non l’occhio non si asciughi troppo.

lenti a contatto presbiopiaParlando esclusivamente degli effetti del meteo sulle lenti a contatto, non è tanto il freddo quanto il vento a creare problemi, poiché il vento asciuga la superficie delle lenti. “Questo causa attrito tra lenti a contatto e palpebre quando si sbattono le palpebre, provocando fastidio e arrossamento”, ha spiegato Chernich. La vista può risultare offuscata anche se si indossano le lenti a contatto per un periodo in cui le condizioni sono così fredde da asciugare le lenti.

Una questione di cui chi indossa le lenti a contatto non dovrebbe preoccuparsi affatto è la possibilità che le lenti si congelino sugli occhi. “Anche se ci sono -50°C, alcuni studi degli anni ’80 hanno dimostrato che si tratta solo di un mito”, ha spiegato la Dott.ssa Nancy Kwon, specialista del dipartimento di oftalmologia della Stony Brook University di New York. Chernich ha aggiunto che la nostra normale temperatura corporea aiuta a impedire che questo accada: “La temperatura della cornea e delle lacrime è di circa +35°C, il che significa che la lente è abbastanza calda anche quando fuori ci sono temperature di diversi gradi centigradi sotto lo zero, poiché il film scalda costantemente la lente oltre la temperatura di congelamento”.

Consigli per ridurre il fastidio delle lenti a contatto con il freddo

Il primo passo per minimizzare qualsiasi irritazione creata dalle condizioni fredde e secche è una visita oculistica. Oltre a controllare la vista, il dottore valuterà l’occhio e il film protettivo per trovare le migliori lenti a contatto sulla base delle esigenze del paziente. Un collirio può alleviare i sintomi. Ci sono anche lacrime artificiali progettate per l’uso di lenti contatto o durante la loro applicazione o rimozione. Bere molto e restare idratati è la chiave per portare comodamente le lenti a contatto. La Dott.ssa Kwon consiglia di utilizzare un umidificatore, soprattutto se ci si trova in un ambiente particolarmente secco.

Anche gli occhiali da sole producono effetti positivi. “Non forniscono solo protezione dai pericolosi raggi UV ma anche uno strato di protezione dal vento”, ha aggiunto Chernich. Rinunciare del tutto alle lenti a contatto e indossare gli occhiali quando fa più freddo è un’altra delle soluzioni raccomandate dagli esperti.