Maltempo, Sabato sera di violenti temporali in Sicilia: Palermo sott’acqua, città devastata [FOTO e VIDEO]

MeteoWeb

Un violento nubifragio si è abbattuto nella serata di Sabato su Palermo: nel capoluogo siciliano ha iniziato a piovere in modo particolarmente intenso intorno alle 19:30 e ha continuato per un paio d’ore. Nel centro cittadino sono caduti 70mm di pioggia con pesantissime conseguenze per la furia dell’acqua che ha trasformato il cuore della città in un grande fiume in piena. La temperatura è crollata a +15°C. Strade allagate in tutta la città: nel viale Regione Siciliana e di corso Calatafimi sono allagati alcuni sottopassi. Diverse auto sono bloccate. Automobilisti con l’acqua che arriva nei finestrini in corso Re Ruggero. Il traffico è bloccato in piazza Indipendenza. Allagamenti in via Messina Marine e nella zona di via Imera.

AGGIORNAMENTOMaltempo, disastrosa alluvione in Sicilia: apocalisse d’acqua e fango, 12 morti e un disperso. Le drammatiche FOTO da Casteldaccia e i NOMI delle vittime

La polizia ha salvato un disabile bloccato in casa in via Porta di Castro. Un’anziana che non riusciva ad uscire dall’abitazione allagata in via Matteo Bonello è stata soccorsa dai poliziotti. Interventi dei vigili del fuoco all’ospedale Buccheri La Ferla dove si è allagato il pronto soccorso. Il concerto del Coro e del Coro di voci bianche del Teatro Massimo, prev isto per oggi 3 novembre alle ore 21.00 in Cattedrale, e’ rinviato a causa delle avverse condizioni climatiche.

Palermo, centro storico travolto dalla furia dell’acqua per il nubifragio di Sabato sera [VIDEO]

Maltempo, bomba d’acqua sul Sabato sera della città: centro completamente allagato [VIDEO]

La città, intanto, ha pesanti problemi idrici. Il Comune ha diffuso una nota in cui si legge che “a causa del prolungato e notevole aumento della torbidità delle acque prelevate dagli invasi e causato dal maltempo degli ultimi giorni, e del conseguente mancato approvvigionamento ai serbatoi cittadini e provinciali, potrebbero verificarsi dei disservizi consistenti in una forte riduzione delle pressioni in rete fino all’interruzione dell’erogazione idrica. E’ in corso il costante monitoraggio dei parametri di processo al fine di consentire il ripristino della normale funzionalità degli impianti“.

La pioggia di queste ore è caduta in modo molto violento anche in tutto l’hinterland palermitano: decine gli interventi dei vigili del fuoco e degli uomini della protezione civile per caduta alberi e massi nei comuni di Cinisi, Terrasini, Monreale. A Campofelice di Fitalia i pompieri sono riusciti a raggiungere una famiglia rimasta isolata. Sono in corso controlli sulle strade provinciali 138 e 10. Controlli dei vigili del fuoco anche sul ponte nei pressi della Palermo Agrigento ad altezza di Bolognetta. Il maltempo ha causato guasti alla rete elettrica, risolti da personale dell’Enel, nei comuni di Giuliana, Contessa Entellina, Partinico e presso la Diga Gammauta. Dalle 17 e’ stata ripristinata la circolazione ferroviaria tra Palermo e Agrigento.

Oggi vigili del fuoco e carabinieri hanno soccorso tre persone che erano rimaste bloccate a causa del maltempo nell’azienda agricola in contrada Manchi a Caccamo (Pa). E’ intervenuto anche l’elicottero che ha preso le persone a bordo Filippa Abbruscato 86 anni titolare dell’azienda e il figlio Antonino Ovile, 69 anni e il nipote Francesco Ovile 30 anni e li ha portati a Boccadifalco. Le condizioni meteo non hanno consentito l’atterraggio a Lercara Friddi. L’operazione e’ stata coordinata dalla centrale operativa di soccorso istituita in prefettura a Palermo.

Il forte vento che sta caratterizzando il temporale a Sciacca (Agrigento) ha anche divelto i cavi dell’alta tensione in contrada Cutrone. I fili si sono adagiati sulla sede stradale, generando una situazione particolarmente rischiosa per l’ incolumita’ pubblica. La sistemazione dei cavi, resa difficile dalla scarsa visibilita’, sono in corso. La protezione civile ha disposto la chiusura, per ragioni di sicurezza, di due ponti, situati rispettivamente a Raganella e a Portolana. Si tratta di viadotti che collegano il centro abitato ad alcune localita’ di campagna che, adesso, rischiano di rimanere isolate, come le 6 famiglie di via del Pellegrinaggio, strada cancellata dalla bomba d’acqua. I tecnici del comune hanno effettuato una verifica dell’intero territorio. Sono numerose le zone interessate da frane e smottamenti.

Il soccorso a un auto rimasta intrappolata nel fango in contrada ‘Runza’ e la pulizia di un canale di scolo, nel quartiere Cappuccini, otturatosi a causa delle forti piogge. Questi gli interventi principali portati a termine dal Gruppo comunale di protezione civile di Salemi (Trapani), che anche oggi è rimasto attivo presso il Centro operativo di via San Matteo e in stretto contatto con l’amministrazione comunale vista l’allerta meteo rossa diramata ieri dal dipartimento di Protezione civile regionale. Il sindaco, Domenico Venuti, ha rinnovato il messaggio ringraziamento già formulato ieri per il “prezioso lavoro di sostegno alla popolazione portato avanti dai volontari del gruppo di protezione civile”. Venuti ha poi ribadito l’invito rivolto ai cittadini alla “massima prudenza negli spostamenti per le prossime ore”, visto l’allerta diramato dalla protezione civile regionale anche per domani.

Nella sola giornata di Sabato 3 Novembre, la Sicilia occidentale è stata colpita da piogge abbondantissime. Proprio nelle Province di Palermo, Trapani e Agrigento erano state chiuse le scuole a seguito dell’allerta meteo Rossa, di livello massimo, correttamente lanciata dalla protezione civile. Sono caduti, infatti, ben 139mm di pioggia a Ribera, 127mm a Menfi, 119mm a Partanna e Favara, 112mm ad Aragona, 110mm a Giuliana, 105mm a Gibellina, 102mm a Cammarata, 92mm a Calatafimi, 91mm a Sciacca, 89mm a Castelvetrano e Santa Margherita di Belice, 84mm a Campofranco, 81mm a Caltabellotta, 79mm a Santa Cristina Gela, 75mm a Palermo, 74mm a Marsala, 71mm a Bivona, 70mm ad Alcamo, 69mm a Monreale, 68mm a San Biagio Platani, 67mm ad Agrigento e a Castellammare del Golfo, 64mm a Cattolica Eraclea, 63mm a Calatafimi e Altofonte, 62mm a Roccamena, 59mm a Sambuca di Sicilia e Misilmeri, 55mm a Trapani, 54mm a Mazara del Vallo, 51mm a Salemi ed Erice, 50mm a Camporeale e Castronuovo di Sicilia, 47mm a Pantelleria.

In alcune località tra le province di Trapani e Agrigento, negli ultimi tre giorni sono caduti 230mm di pioggia.

Adesso il maltempo si sta spostando verso la Sicilia centro/orientale, dove il maltempo arriverà nella notte. Altri forti temporali risalgono il basso Tirreno verso la Sardegna lungo il bordo orientale del ciclone posizionato proprio in queste ore su Cagliari. Ecco le pagine utili per seguire la situazione meteo in tempo reale: