Maltempo Taranto: crolla parte di antico acquedotto romano

MeteoWeb

Probabilmente a causa del maltempo, una parte dell’acquedotto romano del Triglio sulla strada provinciale tra Statte e Taranto è crollata stanotte.
L’acquedotto è una delle più imponenti opere di ingegneria idraulica di epoca romana, risalente a un periodo anteriore a Cristo, presente nel territorio tarantino: percorre il territorio di Statte, Crispiano e Taranto e si sviluppa in sotterraneo e in elevato, con una serie di archi canale che un tempo trasportavano acqua alla città di Taranto.

Ho verificato che la viabilità da e verso Statte fosse garantita, ma c’è indubbiamente un pericolo imminente per tutta l’opera, sia quella emersa e più recente che va verso il quartiere Tamburi, sia per quella più antica, di epoca romana, che attraversa il territorio per circa 18 chilometri sotterranei, e poi riemerge, per un centinaio, nella zona ‘Incassata’, quasi al confine tra la Gravina del Triglie e quella di Leucaspide,” spiega il sindaco di Statte, in provincia di Taranto, Francesco Andrioli. “Gli archi medievali dell’antico Acquedotto del Triglio, presenti anche nello stemma comunale fanno parte del nostro paesaggio e della nostra storia, anche se la competenza territoriale è del Comune di Taranto“.