Medicina Estetica: Agorà-Amiest riconosciuta come Società Scientifica dal Ministero della Salute

Un grande ed innovativo riconoscimento la determina dal Ministero della Salute, di novembre 2018, in attuazione dell’art. 5 della legge 8 marzo 2017 e del DM 2 agosto 2017, che fa rientrare Agorà AMIEST – Società Italiana di Medicina ad Indirizzo Estetico attiva nello sviluppo e formazione della Medicina Estetica dal 1984, tra i soggetti titolati e abilitati a rilasciare linee guida per la Medicina Estetica e per le quali medici e operatori del settore dovranno attenersi nello svolgimento della professione.

Al riguardo infatti, l’elenco è stato realizzato anche per portare a completamento la riforma della responsabilità sanitaria: il medico che nelle proprie attività si attiene alle linee guida rilasciate dalle società scientifiche riconosciute non risponde penalmente del proprio operato, aspetto che costituisce anche una più semplice determinazione civile.

“Questo riconoscimento è per noi un grande onore: un’ulteriore garanzia di affidabilità e sicurezza per tutti i pazienti che a noi e ai nostri Soci si rivolgono. Non solo quindi come motivo d’orgoglio della nostra Società Scientifica e di tutti i nostri Soci aderenti ma anche e soprattutto per la Medicina Estetica in generale. In questo campo molti passi sono stati compiuti ma molti altri saranno da attuarsi: in primis riconoscere la Medicina Estetica come vera e propria Specialità tra le diverse discipline mediche.” precisa il Professore Alberto Massirone, Presidente di Agorà AMIEST – Società Italiana di Medicina ad Indirizzo Estetico.

La Medicina Estetica è una medicina preventiva per questo da valorizzare: è fondamentale rivolgersi sempre ed esclusivamente a mani esperte ossia a un Medico Estetico, un esperto laureato in Medicina e Chirurgia, abilitato all’esercizio, che ha seguito un percorso formativo teorico-pratico di quattro anni nell’ambito della Medicina Estetica applicando tutte quelle procedure che la Scuola e la Società Scientifica hanno protocollato. Prima di affidarsi anche ai medici che si propongono come esperti è quindi preferibile informarsi sempre a quale Società Scientifica siano collegati e quale formazione abbiano conseguito nel pieno rispetto della sicurezza e della trasparenza verso i pazienti.” conclude il Prof. Alberto Massirone.