Perdere 2 chili in sette giorni si più: ecco la gustosa dieta dei carciofi, sana ed equilibrata

I carciofi sono una vera e propria fonte di benessere: contengono benefici principi attivi e vantano particolari virtù terapeutiche. Hanno un basso contenuto calorico (circa 22 calorie per ogni etto di prodotto crudo), a fronte di un alto potere nutritivo che li rende particolarmente adatti nelle diete dimagranti; sono ricchi di sali minerali (in particolare: magnesio, ferro, fosforo e calcio), essenziali per la formazione dei tessuti, per le reazioni enzimatiche, la coagulazione del sangue, la trasmissione degli impulsi nervosi e il metabolismo idrico generale dell’organismo; contengono un principio attivo, la cinarina, che favorisce la diuresi e la secrezione biliare; secondo diverse ricerche scientifiche, grazie ai polifenoli, contrastano l’azione ossidativa dei radicali liberi e interferiscono con i processi molecolari che inducono la trasformazione tumorale. Inoltre, hanno proprietà digestive e diuretiche grazie all’inulina, che abbassa i livelli di colesterolo cattivo e, nei diabetici, diminuisce i livelli di zucchero nel sangue.

CARCIOFONel cuore del carciofo è presente inoltre l’acido clorogenico, antiossidante, che previene le malattie arteriosclerotiche e cardiovascolari. Inoltre, grazie all’alto contenuto di ferro, è particolarmente indicato per gli anemici; le sue fibre, invece, aiutano a ridurre l’accumulo di grassi nell’intestino, oltre ad avere importanti effetti lassativi. Il carciofo contiene vitamina A e beta-carotene (che rigenerano le cellule e proteggono dall’azione nociva dei radicali liberi, aiutano la vista, riducono i rischi di vari tipi di tumore ecc.); vitamine del gruppo B (che aiutano il sistema nervoso, il funzionamento della pelle, dei capelli e del fegato; ma soprattutto convertono i carboidrati in glucosio, utilizzato dall’organismo per produrre energia e sono fondamentali per l’assorbimento dei lipidi); vitamina C (che aumenta le difese immunitarie, riduce lo stress e la stanchezza, è fondamentale per la formazione del collagene, rinforza i vasi sanguigni, la pelle, i muscoli e le ossa); grazie alla presenza di composti vitaminici, riducono la permeabilità e la fragilità dei vasi capillari e, in cosmesi, il loro succo svolge un’azione bioattivante, vivificante e tonificante per la pelle devitalizzata e foruncolosa. Le uniche controindicazione dei carciofi sono in genere riscontrate in soggetti con calcoli biliari perché l’alimento rischia di provocare intense coliche e nelle donne in fase di allattamento, in quanto impedisce la secrezione lattea.

DIETA DEI CARCIOFI

Poche rinunce massima resa: quella dei carciofi è dieta veloce, equilibrata e che permette di dimagrire nel modo più corretto, mantenendosi in forma. La sua durata, solo sette giorni, la rende applicabile a qualsiasi stile di vita. E’ depurativa per il fegato, permette di abbassare i livelli di colesterolo cattivo e di tenere sotto controllo i picchi glicemici, dunque è particolarmente adatta anche ai diabetici. Apporta inoltre benefici per i reni e per la cistifella, sgonfia la pancia e rende le gambe più leggere, favorendo la circolazione sanguigna. E dunque via libera soprattutto a insalate di carciofi, crudi o al vapore e conditi solo con succo di limone, e a tisane e decotti, che favoriscono la digestione e sgonfiano la pancia.

Lunedì:

Colazione: 200 ml di latte parzialmente scremato (o latte vegetale) e 2 fette biscottate integrali.

Pranzo: 100 g di tagliata (o in alternativa pesce o legumi conditi con un filo d’olio); 100 g di carciofi crudi o al vapore; un’insalata di rucola e radicchio rosso e un’arancia.

Cena: una frittata di cuori di carciofo (con un uovo, 150 g di cuori di cuori di carciofi e 50 ml di latte); 150 g di patate al forno con prezzemolo; 2 mandarini.

Martedì:

Colazione: 200 ml di latte parzialmente scremato (o latte vegetale) e 2 fette biscottate integrali.

Pranzo: 50 g di riso (o farro) con 100 g di carciofi al vapore, il tutto condito con il succo di mezzo limone, 1 cucchiaino d’olio, un cucchiaio di parmigiano; un’insalata di cuori di scarola e un grappolo d’uva.

Cena: insalata con 150 g di carciofi (crudi o al vapore), 50 g di prosciutto cotto, 30 g di emmental, 100 g di insalata belga; 150 g di finocchi in insalata; un panino integrale; una pera.

Mercoledì:

Colazione: 200 ml di latte parzialmente scremato (o latte vegetale) e 2 fette biscottate integrali.

Pranzo: 60 g di spaghetti con 200 g di carciofi cotti al vapore, conditi con olio a crudo e 15 g di parmigiano; un’insalata di lattuga, pomodoro e ravanelli e 2 mandarini.

Cena: 300 g di cuori di carciofi crudi o cotti al vapore e conditi con limone e un filo d’olio; un’insalata verde con barbabietole, una macedonia di kiwi, mele e arance.

Giovedì:

Colazione: 200 ml di latte parzialmente scremato (o latte vegetale) e 2 fette biscottate integrali.

Pranzo: 150 g di fesa di vitello (in alternativa legumi o merluzzo); 200 g di carciofi crudi o al vapore; 200 g di patate bollite; una pera.

Cena: 200 g di carciofi al pomodoro saltati in padella; un’insalata verde mista; un panino integrale e un grappolo di uva.

Venerdì:

Colazione: 200 ml di latte parzialmente scremato (o latte vegetale) e 2 fette biscottate integrali.

Pranzo: 50 g di pasta con 60 g di tonno al naturale e 100 g di cuori di carciofi, conditi con olio a crudo; un’insalata di lattuga e due kiwi.

Cena: un’insalata ricca con 250 g di carciofi crudi o cotto al vapore e 200 g di gamberetti; 150 g di broccoli al vapore conditi con un filo d’olio a crudo; una macedonia di pere, arance e mandarini.

Sabato:

Colazione: 200 ml di latte parzialmente scremato (o latte vegetale) e 2 fette biscottate integrali.

Pranzo: 150 g di carciofi al forno conditi con olio a crudo; un uovo sodo; un’insalata di fagiolini e barbabietole; una mela.

Cena: 60 g di bresaola; 100 g di carciofi crudi con un filo d’olio e succo di limone; 20 g di grana; insalata di fagiolini; 2 mandarini.

Domenica:

Colazione: 200 ml di latte parzialmente scremato (o latte vegetale) e 2 fette biscottate integrali.

Pranzo: 100 g di filetto; 100 g di carciofi crudi o al vapore; una pera.

Cena: 300 g di cuori di carciofi al vapore con succo di limone; un’insalata verde con barbabietole; una macedonia di kiwi, mele e arance.

N.B.: al mattino si può sostituire il latte con una centrifuga a base di carciofo e menta e da uno yogurt magro. Durante la giornata è possibile consumare tisane al carciofo leggermente addolcite da un cucchiaino piccolo di miele (per chi non ha problemi di glicemia), per eliminare tutti i gas dall’intestino.

Potrebbe interessarti anche: