I soldati musulmani dimenticati della I Guerra Mondiale: diffondere questa conoscenza per combattere l’islamofobia

A 100 anni dalla fine della I Guerra Mondiale, gli storici ritengono che riconoscere il contributo dei musulmani possa aiutare ad affrontare le questioni contemporanee come l’islamofobia. “I soldati musulmani sono stati dimenticati nel tempo. La versione dell’estrema destra è che i musulmani non abbiano mai fatto nulla per noi. In realtà, con fatti che risalgono ad oltre 100 anni fa, possiamo dire che i musulmani hanno combattuto e sono morti per la storia e la sicurezza dell’Europa”, dichiara Hayyan Bhabha della Muslim Experience.

Si stima che oltre 1,5 milioni di soldati indiani abbiano combattuto per difendere la Gran Bretagna. Di questi, 400.000 erano soldati musulmani. Muslim Experience sta lavorando per sottolineare il contributo globale dei soldati islamici alla I Guerra mondiale e dichiara che aumentare questa consapevolezza potrebbe far tacere la retorica anti-musulmana dei gruppi di estrema destra di oggi della Gran Bretagna. Bhabha dichiara che il suo team sta scoprendo nuove informazioni sul loro ruolo nel conflitto mondiale: “Accedendo agli archivi di 19 Paesi, abbiamo scoperto che oltre 4 milioni di musulmani hanno combattuto o servito come manodopera durante la guerra”.

soldati musulmani I guerra mondialeUno di loro era Sepoy Khudadad Khan, soldato indiano che ha combattuto insieme alle truppe britanniche. Era l’unico sopravvissuto di una squadra che aveva il compito di difendere i porti vitali in Francia e Belgio dalle forze tedesche. Khan sarebbe riuscito a tenere a bada l’avanzata nemica abbastanza a lungo da consentire l’arrivo dei rinforzi. Il 31 ottobre 1914, Khan divenne il primo uomo dell’Asia meridionale a ricevere la Victoria Cross, la più alta onorificenza militare britannica.

I gruppi come Muslim Experience desiderano che siano raccontate le storie dei soldati. Bhabha crede che alcuni giovani musulmani non conoscano la storia militare britannica perché credono che non li riguardi. “Il modo in cui è insegnata attualmente è molto centrato sull’Europa. La storia che viene insegnata non mostra la vera diversità di chiunque ha preso parte alla I Guerra Mondiale”, ha aggiunto.

soldati musulmani I guerra mondialeUno studio del think tank British Future ha svelato che solo il 22% delle persone in Gran Bretagna sapeva che i musulmani hanno combattuto la Grande Guerra. Quindi è stata lanciata una campagna, Remember Together, per diffondere questa conoscenza nelle scuole. Steve Ballinger (British Future) ha dichiarato: “Scoprire che i soldati musulmani hanno combattuto e sono morti per la Gran Bretagna per proteggerci e per proteggere le libertà di cui godiamo oggi, è una storia importante da sapere per tutti”.

Con il ricordo del 100° anniversario della fine della I Guerra Mondiale, storici e discendenti dei soldati stanno lavorando affinché il contributo dei musulmani non venga dimenticato. Luc Ferrier, presidente di Forgotten Heroes 14-19, dichiara: “Se il mondo vuole davvero stendere la mano verso la comunità islamica internazionale, deve conoscere l’enorme contributo che queste persone hanno dato, combattendo una guerra che nessuno di loro stava facendo”.