Stazione Spaziale: organi su chip nello spazio, al via esperimenti sulla ISS

Al via la prima fase di esperimenti sulla Stazione Spaziale Internazionale relativi ad organi su chip, piccoli dispositivi con cellule umane disposte in 3D e della dimensione di una chiavetta USB che consentiranno, ad esempio, di sviluppare nuovi farmaci e studiare i processi di invecchiamento in condizioni di microgravità.
Si tratta di un’iniziativa frutto di una collaborazione tra la NASA, il Centro Nazionale americano per l’Avanzamento delle Scienze Traslazionali, e il Centro per l’Avanzamento della Scienza nello Spazio.

I cambiamenti del corpo umano, associati all’invecchiamento sulla Terra, nello spazio avvengono molto rapidamente: di conseguenza i ricercatori, grazie agli organi su chip, possono analizzare in breve tempo processi che normalmente impiegano mesi o anni. Inoltre, i chip consentiranno di testare molto più velocemente nuovi farmaci o vaccini, per predire il loro effetto negli esseri umani.
La prima fase prevede 5 esperimenti, il primo dei quali è in programma per metà novembre.