La tartaruga “Margherita” è guarita e lascia Favignana

Dopo appena due mesi dal suo arrivo, anche l’ultima ospite del Centro di Primo Soccorso per Tartarughe Marine di Favignana, alle Egadi, ha ripreso il largo dall’isola di Favignana. Margherita (così chiamata dal tartavoto 2018, in onore di Margherita Hack) è, infatti, un giovane esemplare di Caretta caretta, ritrovato al Faraglione di Levanzo il 24 agosto scorso da alcuni bagnanti che, oltre a recuperarla e segnalare l’accaduto al Centro, se ne sono presi cura in attesa dell’arrivo del personale dell’AMP Isole Egadi di stanza sull’isola. L’esemplare, trasferito al Centro di Primo Soccorso a Favignana, è apparso immediatamente in condizioni molto gravi, presentando profonde ferite alla testa e alla pinna anteriore destra, causate da probabile collisione con un’elica d’imbarcazione.
Fortunatamente, nonostante le premesse non promettenti, le ferite non hanno provocato danni neurologici ed è anche stata scongiurata l’amputazione della pinna anteriore, cosi la tartaruga di appena 10 anni ha terminato positivamente il suo percorso di cure e riabilitazione, dapprima presso la struttura ambulatoriale di Palazzo Florio e, successivamente, migliorato il suo quadro clinico generale, presso lo stabulario allestito all’interno dell’Ex stabilimento delle tonnare di Favignana e Formica“, spiegano dal Centro.