Astronomia, ESO: stelle simili a comete nell’ammasso Westerlund 1

MeteoWeb

Questa spettacolare foto della settimana di ESO è stata prodotta dai dati raccolti da ALMA (Atacama Large Millimeter/submillimeter Array) in Cile, combinati con i dati del telescopio spaziale Hubble di NASA / ESA. Mostra un gruppo di stelle chiamato Westerlund 1, uno dei più grandi ammassi di stelle giovani della Via Lattea.

Un dettaglio affascinante: l’immagine mostra anche le “code” simili a comete di materiale che si stacca da alcune delle stelle giganti di Westerlund 1. Tali code si formano nei venti massicci e implacabili che originano dai residenti stellari del gruppo e che portano materiale verso l’esterno. Questo fenomeno è simile a quello con cui le comete ottengono la loro famosa e bella coda.
Le code delle comete del sistema solare si allontanano dal nucleo della loro cometa genitrice grazie ad un vento di particelle che fuoriescono dal Sole. Di conseguenza le code di cometa puntano sempre in direzione opposta al nostro sole. Allo stesso modo, le code delle enormi stelle rosse mostrate in questa immagine puntano lontano dal nucleo del cluster, probabilmente è il risultato di potenti venti cluster generati dalle centinaia di stelle calde e massicce situate nel centro di Westerlund 1.

Queste enormi strutture coprono grandi distanze e indicano l’effetto drammatico che l’ambiente può avere su come le stelle si formano e si evolvono. Queste code simili a comete sono state rilevate durante uno studio ALMA di Westerlund 1 che mirava a esplorare le stelle costituenti del cluster e a capire come e in quale misura perdessero la loro massa. Il cluster è noto per ospitare una grande quantità di stelle massicce, molte di un tipo intrigante e raro, che lo rendono di grande interesse e uso per gli astronomi che desiderano comprendere la miriade di stelle nella nostra galassia.