Città del Messico, la più grande città di lingua spagnola al mondo vista dallo spazio [FOTO]

MeteoWeb

La missione Sentinel-1 del programma europeo Copernicus ci porta sopra Città del Messico. Questa enorme capitale densamente popolata è riconoscibile nella parte in alto a destra dell’immagine. Ospita quasi 9 milioni di abitanti, con l’area metropolitana circostante – Greater Mexico City – che registra una popolazione di oltre 21 milioni di persone. Ciò ne fa la più grande città di lingua spagnola al mondo.

Questa suggestiva immagine è stata ottenuta utilizzando tre acquisizioni di Sentinel-1 effettuate il 28 luglio, 27 agosto e 26 settembre 2018, sovrapposte, rispettivamente, in rosso, verde e blu. Dove vediamo esplosioni di colore, significa che si sono verificati cambiamenti tra le diverse acquisizioni.

Sulla sinistra dell’immagine tre bacini idrici sono identificabili in nero: il Villa Victoria, il Valle de Bravo ed il Tepetitlán. L’acqua è importante per lo sviluppo di Città del Messico, che si pensa sia stata costruita sopra un lago dagli Aztechi intorno al 1325.

Oggi la città si trova in una situazione precaria per quanto concerne l’approvvigionamento idrico, nonostante le regolari piene improvvise e le forti precipitazioni a cui l’area è soggetta durante la stagione delle piogge, tra giugno e settembre.

In alto a destra possiamo osservare la struttura circolare di El Caracol, che in spagnolo significa ‘la chiocciola’. Attualmente utilizzata come serbatoio d’acqua per gli impianti industriali entro Città del Messico, ci sono progetti per farla diventare un impianto di trattamento delle acque reflue. Un tunnel fognario di 62 km, inoltre, dovrebbe diventare operativo quest’anno.

Il Parco Nazionale di Cumbres del Ajusco è mostrato a sud-ovest della capitale, in un’area dell’immagine che mostra puntini colorati che formano un cerchio. Famoso per essere alto fino a quasi 4.000 metri sopra il livello del mare nel suo punto più alto, è uno dei molti parchi nazionali che circondano la capitale.

Anche i vulcani appaiono come puntini intorno a questa zona. Il Popocatépetl, a sud-est di Città del Messico, ha eruttato l’ultima volta nel settembre del 2018.

Sentinel-1 è una missione composta da due satelliti per fornire la copertura e la distribuzione dei dati richiesti dal programma europeo di monitoraggio ambientale Copernicus. Ciascun satellite ha a bordo uno strumento radar avanzato in grado di fornire immagini della superficie della Terra in qualsiasi condizione atmosferica, giorno e notte.