Gli psicopatici non sono solo criminali: molti sono persone comuni con cui abbiamo delle relazioni, ecco come riconoscerli

MeteoWeb

Quante volte ci è capitato di dire: “ma questo è proprio uno psicopatico“. Ebbene, può darsi che avevamo ragione. Buona parte di coloro che si possono definire “psicopatici” da un punto di vista medico, vive una vita normalissima e ordinaria, dunque incontrarli e instaurarci delle relazioni può capitare a tutti. Secondo i ricercatori la psicopatia implica un comportamento antisociale persistente, un’empatia e un rimorso alterati, eccessiva audacia, resilienza emotiva, acuta meschinità, impulsività inspiegabile ed egoismo evidente. Oltre a questi aspetti negativi ce ne sono però altri ‘positivi’, come l’attenzione ai dettagli e l’abilità a capire gli altri, spesso leggendo tra le righe. Tra gli psicopatici ci sono professionisti di successo, data la precisione e la creatività di cui sono dotati. Secondo una recente ricerca riconoscerli non è impossibile: è sufficiente osservare alcuni segni e comportamenti inequivocabili.

In base a quanto si legge in un articolo di Calli Tzani-Pepelasi, ricercatrice in psicologia dell‘Università di Huddersfield,pubblicato su The Conversation, la caratteristica più evidente che potrebbe portare ad individuare uno psicopatico è l’attitudine patologica a mentire. Continui inganni nei confronti del partner, e bugie dette su ogni piccolezza solo per raggiungere i propri obiettivi, sono segni inequivocabili. I ‘piani’ i uno psicopatico per inventare storie fasulle ma adatte ai propri scopi sono spesso difficili da sventare, proprio perché ben elaborati nei minimi particolari. Altro segno importante è l’autostima: quella che gli psicopatici hanno di sé è in genere estremamente alta. In genere fanno sentire inutili i partner, proprio perché esaltano eccessivamente sé stessi, e ne erodono  pian piano la fiducia: il partner diventa una sorta di vittima che viene continuamente confusa, ingannata e persuasa di ciò che in realtà non è reale.

Si tratta dunque di manipolatori esperti i quali, nel momento in cui trovano un partner che ‘resiste’ sbottano in discussioni si fanno passare per frustrati, per vittime, arrivando infine a far provare compassione all’altro per farlo cedere l’altro. Uno psicopatico, in genere, non ha autocontrollo e non prova rimorso. Tendono inoltre a mostrare tratti di sociopatia e narcisismo, e sono in genere estremamente infedeli. In genere le donne che si trovano ad avere una relazione con un soggetto psicopatico tendono, a lungo andare, ad interrompere la relazione, gli uomini invece risultano essere più intimoriti dal rifiuto e dall’impulsività della propria partner.