Incendio in impianto rifiuti a Roma: PM10 sopra i limiti, rimane ancora l’odore acre

MeteoWeb

I valori del particolato (PM10) misurati nelle centraline del Comune di Roma l’11 dicembre evidenziano un generale incremento delle concentrazioni rispetto ai giorni precedenti e, nelle stazioni di Villa Ada (56 gr/mc) e di Tiburtina (54 gr/mc), due superamenti del limite giornaliero pari a 50 gr/mc“: lo ha reso noto l’Arpa Lazio a seguito di monitoraggi della qualità dell’aria nella giornata dell’incendio all’impianto rifiuti Tmb Salario. “Le tre centraline della rete fissa di monitoraggio piu’ vicine all’impianto sono: Bufalotta, Villa Ada, Francia: le stazioni si trovano a circa 3-4 km dal Tmb. I dati orari dei parametri di biossido di azoto, monossido di carbonio, biossido di zolfo e benzene misurati durante l’evento (dalle ore 4 di mattina alle 16 del pomeriggio) risultano in linea con quelli misurati nelle giornate precedenti e al di sotto dei limiti di legge“.

Anche stamattina si avverte odore acre in alcune zone della Capitale, in particolare nelle zone in linea d’aria limitrofe al Tmb. Ieri il forte odore di bruciato è giunto fino al centro di Roma.

I vigili del fuoco sono ancora al lavoro per spegnere gli ultimi focolai: i pompieri sono sul posto con 5 squadre e stanno effettuando un “raffreddamento” per evitare che il materiale possa riprendere fuoco.