Ancona, disinnesco ordigno bellico: terminata la fase più rischiosa

MeteoWeb

Ad Ancona sono state portate a termine la 2ª e la 3ª fase di bonifica della bomba d’aereo da 250 libbre ad opera degli esperti del Reggimento genio Ferrovieri di Castel Maggiore dell’Esercito: gli artificieri hanno tagliato la parte posteriore della bomba per togliere il secondo innesco.
Il corpo della bomba è privo dei due inneschi e non costituisce più un pericolo: verrà trasportato nella cava di via della Barchetta a Jesi per il brillamento definitivo con una carica d’esplosivo.