Essere magri non è un merito: scoperti i geni che determinano questa caratteristica

MeteoWeb

Quante volte abbiamo detto o ci siamo sentiti dire: “Ma come fai ad essere così magro?“. Ebbene, la risposta non risiede nella quantità di cibo che una persona mangia, ma nei geni. Chi la fortunata tendenza a non mettere su peso, secondo uno studio dell’Università di Cambridge, pubblicato sulla rivista Plos Genetics, deve questa caratteristica ad alcune regioni genetiche legate all’essere molto magri. Secondo i ricercatori, quindi, ci sarebbero alcune persone che devono la loro magrezza a un insieme di geni ereditati, e non ad una dieta specifica o a uno stile di vita perfetto. Negli ultimi decenni, i ricercatori hanno trovato centinaia di mutazioni genetiche che aumentano le probabilità che una persona sia in sovrappeso, ma c’è sempre stata molta meno attenzione ai geni delle persone che sono magre.

Nel corso di questo recente studio gli scienziati hanno confrontato campioni di Dna prelevati da 1.600 persone magre in buona Salute nel Regno Unito – persone con un indice di massa corporea (BMI) inferiore a 18 – con quelli di 2mila persone gravemente obese e 10.400 persone di peso normale. Gli studiosi hanno anche esaminato attentamente i questionari sullo stile di vita. GLi studiosi hanno così scoperto che le persone obese avevano più probabilità di avere un gruppo di geni legati al sovrappeso. Mentre le persone magre, non solo avevano meno geni legati all’obesità, ma presentavano anche mutazioni genetiche recentemente associate alla magrezza sana.

Questa ricerca mostra per la prima volta che le persone sane e magre sono generalmente magre perché hanno una quantità inferiore di geni che aumentano le probabilità di una persona di essere in sovrappeso e non perché sono moralmente superiori, come suggeriscono alcune persone“, dice Sadaf Farooqi, che ha coordinato lo studio, invitando le persone a giudicare meno il peso degli altri. “E’ facile giudicare in maniera affrettata – prosegue – e criticare le persone per il loro peso, ma la scienza dimostra che le cose sono molto più complesse. Abbiamo molto meno controllo sul nostro peso di quanto crediamo“. I ricercatori cercheranno ora di individuare precisamente i geni coinvolti nella magrezza sana. L’obiettivo a lungo termine è di vedere se è possibile mettere a punto nuove strategie efficienti per la perdita di peso.