Giorno della Marmotta e Candelora: tra tradizioni, leggende e previsioni meteo

MeteoWeb

Negli Stati Uniti si attende con trepidazione la tradizionale predizione della marmotta Punxsutawney Phil nel “Giorno della Marmotta” (Groundhog Day) che viene celebrato ogni 2 Febbraio a Punxsutawney, in Pennsylvania. La previsione viene fatta dal roditore in base alla sua ombra e la tradizione vuole che la marmotta venga fuori dalla sua tana davanti a migliaia di spettatori nelle prime ore del giorno: se vede la sua ombra significa che l’inverno durerà un altro mese e mezzo, se invece non la vede vuol dire che la primavera arriverà presto, accompagnata da temperature miti.

Foto LaPresse/Reuters
Foto LaPresse/Reuters

Phil è la più famosa di un piccolo gruppo di marmotte che si ritiene siano in grado di fare previsioni del tempo, insieme alla marmotta Chuck (Charles G. Hogg) di Staten Island a New York e a General Beauregard Lee di Atlanta. Il National Climatic Data Center del NOAA ha fatto una verifica sulle previsioni di Phil e le ha trovate alquanto scarse, verificando che la marmotta “non ha capacità preveggenti”: “Non è esattamente un’idea brillante quella di usare l’ombra di una marmotta come strumento di previsione meteorologica per gli interi Stati Uniti”. Effettivamente, forse lanciare una moneta sarebbe un metodo più affidabile: dal 1988 la marmotta ha azzeccato 13 volte e sbagliato 15.

Il 2 febbraio è un giorno simbolico, in quanto si trova a metà strada tra il solstizio d’inverno e l’equinozio di primavera: nel giorno della Candelora (che si celebra in gran parte del mondo) è quindi consuetudine pronosticare il meteo delle prossime settimane.