Incredibile progetto di un bambino: una nave per salvare gli oceani dalla plastica, “Aiutatemi a realizzarlo”

MeteoWeb

Per ora è solo un disegno ma lui è convinto che diventerà realtà e salverà ambiente e animali. Lui si chiama Haaziq Kazi, è indiano e ha 12 anni. Ha progettato una nave, chiamata Ervis, che sarà in grado di raccogliere la plastica presente ormai in tutti gli oceani del nostro pianeta. Se il progetto diventerà concreto non lo sappiamo, ma quel che è certo è che grazie al suo disegno Haaziq sta aiutando centinaia di altri bambini a comprendere il problema dell’inquinamento da plastica e, allo stesso tempo, sta sensibilizzando tutti quegli adulti che ancora non si rendono conto della gravità del problema, spingendoli a un impegno maggiore nel corretto riciclo dei rifiuti. Haaziq ha progettato una sorta di “super barca” che è in grado, grazie a un sistema di dischi, pompe idrauliche e filtri, di risucchiare “tutta la plastica dagli oceani” come spiega lui stesso. Si tratta di disegno particolareggiato, preciso e perfetto se si considera che il piccolo ha iniziato a realizzarlo quando aveva colo 9 anni. I dettagli lasciano a bocca aperta: dai filtri posizionati intorno allo scafo, alle stanze per raccogliere e separare i rifiuti. Persino i progettisti esperti sono rimasti stupiti e ora stanno studiano al progetto per consentirne la fattibilità.

Nei piani del ragazzino Ervis “dovrà essere lunga 40 metri, larga 12 e alta 25, con un peso di 600 tonnellate. Sarà dotata di un sistema per separare i rifiuti plastici dagli altri e il suo dispositivo potrà essere replicato anche in altre barche o piattaforme, per poter operare anche sui fiumi“. L’idea, racconta Haaziq, gli è venuta mentre era seduto davanti alla tv a guardare un documentario del National Geographic e ha scoperto i danni causati dagli otto milioni di tonnellate di plastica che ogni anno arrivano nei nostri mari. Ha pensato che non c’era scelta. doveva combattere per cambiare le cose. I detriti di plastica uccidono milioni di animali, dai pesci agli uccelli. Dobbiamo intervenire, fare qualcosa ripete sempre il piccolo durante le interviste.

Haaziq è ormai conosciuto in tutto il mondo e viene spesso invitato a parlare a convegni o negli studi televisivi dove spiega con dovizia di particolare come intende ripulire gli oceani dalla plastica.  Ad ogni intervista il dodicenne fornisce risposte supportate da dati scientifici ricordando come sia necessario “agire al più presto“. Sogna che qualcuno investa realmente nel suo progetto per trasformare “Ervis in realtà. Ho visto immagini terrificanti e strazianti e video di animali che muoiono perché hanno ingerito la plastica. Non voglio che succeda più. Aiutatemi a costruire la mia barca“.