SOS ulivi italiani: vertice internazionale a Roma per salvare l’extravergine Made in Italy

MeteoWeb

Con la produzione di extravergine Made in Italy che ha raggiunto quest’anno i minimi storici è SOS per gli ulivi italiani colpiti dai cambiamenti climatici, del propagarsi inarrestabile della Xylella e della concorrenza sleale provocata dalle importazioni low cost spacciate per italiane.

Per affrontare la storica emergenza e salvare l’olio extravergine Made in Italy è stato convocato il primo Summit internazionale con la presenza degli agricoltori, degli industriali, della distribuzione commerciale e dei consumatori, insieme ai vertici del Consiglio Oleicolo Internazionale (Coi) e ai rappresentanti delle istituzioni nazionali.

L’appuntamento è per domani giovedì 31 gennaio, ore 10 all’ARA PACIS, Sala dell’Auditorium, Via di Ripetta 190 a Roma per tutelare un settore strategico per la salute dei cittadini, il presidio del territorio, l’economia e l’occupazione oltre a rappresentare il prodotto simbolo della dieta mediterranea. Dossier Coldiretti “Sos Ulivi italiani”.

All’iniziativa parteciperanno: Ettore Prandini presidente Coldiretti; Filippo Gallinella, presidente della Commissione agricoltura della Camera dei Deputati; Abdellatif Ghedira, direttore esecutivo Coi (Consiglio oleicolo internazionale); David Granieri, presidente Unaprol e Coldiretti Lazio; Giorgio Santambrogio, CEO del Gruppo Vegè e presidente ADM (associazione distribuzione moderna); Francesco Tabano, presidente Federolio; Antonio Tanza, presidente Adusbef (associazione difesa utenti servizi bancari e finanziari); Gianpaolo Vallardi, presidente della Commissione agricoltura e produzione agroalimentare del Senato.