Spagna, bimbo caduto nel pozzo: trovati capelli del piccolo Julen

MeteoWeb

In Spagna i soccorritori lavorano giorno e notte da domenica per cercare di trarre in salvo Julen, il bimbo di 2 anni caduto in un pozzo vicino Malaga: la vicenda sta tenendo il Paese con il fiato sospeso come successe in Italia nel 1981 per il piccolo Alfredino Rampi.
Dopo avere concluso che non è possibile raggiungere il fondo del pozzo, i soccorritori hanno deciso – riporta El Mundo – di scavare un tunnel laterale per raggiungere il punto dove si suppone si trovi il bimbo.

Nella cavità – profonda 107 metri e larga appena 25 centimetri, non segnalata – sono stati trovati dei capelli e le analisi del DNA hanno confermato che Julen si trova nel pozzo di prospezione: la notizia smentisce una volta per tutte coloro che non credono alla versione del genitori, convinti che il bimbo non sia caduto affatto nel pozzo.
Secondo i soccorritori è la prova che il bambino è ancora intrappolato, ma ad una profondità maggiore rispetto agli 80 metri raggiunti finora dal robot-sonda che sta cercando di raggiungerlo.