Terremoto Centro Italia: il sindaco di Amatrice e i colleghi del cratere pronti a dimettersi

MeteoWeb

Se non si avranno risposte sulla ricostruzione, tutti i sindaci del cratere del Centro Italia marceranno presto uniti e rimetteranno il loro mandato“: lo ha dichiarato, in un’intervista a Il Giornale, il sindaco facente funzioni di Amatrice, Filippo Palombini. “La gente e’ arrabbiata piu’ di quanto si immagini chi e’ al governo sta provando a governare, ma hanno dimenticato di ricostruire. Il sisma ha rischiato di farci scomparire come comunita’, ma le istituzioni ci lasciano smarrire tra le leggi. Siamo rimasti senza interlocutori e senza guida. Ad Amatrice non c’e’ piu’ tempo. Subito dopo i terremoti la vera emergenza e’ convincere gli abitanti a rimanere“.
Le comunita’ colpite dal terremoto sono in ansia, e hanno tante domande alle quali non e’ stata data ancora risposta. Cosi’ la gente si scoraggia“. “Per la prima volta da quel giorno del 2016 ho avvertito che ad Amatrice sta per spegnersi la speranza“.