Dal freddo al caldo record: neve al nord e temperature roventi al sud in Argentina

MeteoWeb

Temperature record in Argentina: si passa dal caldo estremo nel sud (20°C in più rispetto alla media stagionale) a nevicate senza precedenti nel nord, al confine con la Bolivia.
Nel profondo sud del Paese si stanno registrando valori record: 2 giorni fa a Perito Moreno, nel nord-ovest di Santa Cruz (a 500 km dal ghiacciaio omonimo), si sono rilevati +38,2°C, quasi 3°C in più rispetto al precedente primato di +35°C raggiunto nel 1961, ha spiegato al quotidiano Clarin il meteorologo Christian Garavaglia.
La Terra del Fuoco sta affrontando un’ondata di caldo anomalo: nell’arcipelago dell’America del Sud, situato all’estremità meridionale del continente, in questo periodo si stanno registrando temperature di +30°C, superiori di +20°C alla media estiva.
L’estate australe in genere è caratterizzata da temperature che oscillano tra i +6°C e i +18°C, con una media di +10°C: due giorni fa la colonnina di mercurio ha segnato +28°C nella località di Ushuaia, +30,8°C a Rio Grande.
In considerazione della situazione, le autorità sono state costrette a limitare l’attività lavorativa negli uffici pubblici (attrezzati a riscaldarsi dal freddo prevalente nella maggior parte dell’anno, ma impreparati a difendersi dal caldo torrido).
Le condizioni meteo estreme hanno costretto le autorità a dichiarare lo stato di emergenza.