Vestiti che si adattano alla temperatura del corpo: ecco la prima stoffa che si riscalda o si raffredda in base alle necessità

MeteoWeb
Si tratta di un nuovo materiale, una stoffa intelligente che si rinfresca quando fa caldo e isola dal freddo in caso di necessità. E’ costituita da fili sensibili agli infrarossi che si espandono o si addensano a seconda delle condizioni della pelle alla quale aderiscono. Con questa stoffa si potrebbero fabbricare vestiti capaci di adattarsi alle temperature del corpo. Descritto sulla rivista Science il tessuto è stato messo a punto dai ricercatori dell’università americana del Maryland in collaborazione con la cinese Xiamen University. Il corpo umano assorbe ed emana gran parte del suo calore sotto forma di radiazione infrarossa. La maggior parte dei tessuti intrappola questa energia, tenendoci al caldo quando fa freddo. Tuttavia, lo sviluppo di un materiale in grado di liberare questa energia, e quindi di raffreddare il corpo, era rimasta una sfida. I ricercatori l’hanno superata grazie a due ‘trucchi’: le fibre di base che sono composte da due diversi materiali sintetici, uno che assorbe l’acqua e l’altro che la respinge e che si deformano entrambi in conseguenza di questo effetto; e il rivestimento usato per coprire le fibre, fatto di nanotubi di carbonio, che è sensibile agli infrarossi.
previsioni meteo natale 2018 caldoLa conseguenza di tutto ciò è che, quando fa caldo e il corpo suda, le fibre del filato si ‘restringono’, avvicinandosi fra loro e, di conseguenza, aumentando la spaziatura tra l’intreccio del tessuto. Questo fenomeno crea dei fori tra le fibre che permettono al calore di fuoriuscire. Quando invece fa freddo, le fibre si espandono, riducendo gli spazi vuoti e impedendo la fuoriuscita di caloreLa reazione, praticamente immediata, avviene ancora prima che le persone si accorgano che stanno diventando calde, e il capo inizia subito a raffreddarsi. Secondo i ricercatori, è necessario un ulteriore sviluppo della tecnologia prima che il tessuto possa essere commercializzato, ma sono anche convinti che a breve potrà essere immesso sul mercato visto che le fibre possono essere intrecciate e tinte con i procedimenti industriali già in uso.