Ciclone Idai, in Mozambico i casi di colera sono raddoppiati: almeno 271 casi accertati

Sono quasi raddoppiati in un giorno, balzando a quota 271, i casi di colera fra i sopravvissuti del ciclone Idai in Mozambico

MeteoWeb

Sono quasi raddoppiati in un giorno, balzando a quota 271, i casi di colera fra i sopravvissuti del ciclone Idai in Mozambico. Lo ha riferito il direttore della Sanita’ nazionale mozambicana, Ussein Isse, come scrive l’agenzia portoghese Lusa. Finora non sono stati registrati decessi ma l’aumento dei casi di questa tossinfezione dell’intestino caratterizzata da forte diarrea e’ notevole, visto che ancora mercoledi’ ne erano stati annunciati solo cinque. Il focolaio di colera e’ stato rilevato a Beira, citta’ portuale di mezzo milione di abitanti con quartieri poveri e densamente popolati che ora sono a forte rischio di epidemia veicolata da acqua e cibo infetti: Medici senza frontiere vi teme 200 casi al giorno.

L’Organizzazione mondiale della sanita’ ha previsto per lunedi’ l’arrivo di 900mila dosi di vaccino da somministrare in una campagna che dovrebbe iniziare la settimana prossima. I morti accertati del ciclone Idai in Mozambico sono finora 501, ma si tratta di un bilancio molto preliminare. Vi sono state anche almeno 259 vittime in Zimbabwe e 56 in Malawi. Le Nazioni Unite stimano che sono 1,8 milioni le persone che necessitano di aiuto urgente nella zona inondata, prevalentemente rurale.