Clima, Ministro Costa: “Il Mediterraneo sia ponte di pace e tutela ambientale”

Il Mar Mediterraneo sia un luogo di pace e un ponte tra le civiltà a partire dalla tutela ambientale“: lo ha dichiarato il ministro dell’Ambiente Sergio Costa, rivolgendosi alla direttrice esecutiva designata dell’Unep (l’organizzazione delle Nazioni Unite per l’Ambiente) Inger Andersen, incontrata in una bilaterale a Nairobi, nell’ambito del summit Onu per l’ambiente Unea. “A dicembre – ha ricordato il ministro – l’Italia ospiterà, a Napoli, la Cop21 della Convenzione delle Nazioni Unite sul mar Mediterraneo. Sarà l’occasione per assicurare, con atti concreti, che il Mediterraneo sia sempre di più luogo di pace, di integrazione e di esempio per la tutela ambientale. Anche per questo a Napoli rafforzeremo il sistema delle aree marine protette – ha detto ancora Costa – lavorando per istituire la prima area marina protetta internazionale tra l’Italia e i paesi che hanno una diversa tutela ambientale. Bisogna alzare l’ambizione. Ce lo dicono i ragazzi che domani faranno sentire le loro voce in centinaia di piazze in tutto il mondo e lo sta sottolineando con vigore e forza il presidente della Repubblica Mattarella, in queste ore, con appelli che condivido e che fanno bene al Paese e alla politica. E lo ringrazio di cuore per questo“.
Conosciamo la sua storia, il suo curriculum dice tutto“, ha risposto la direttrice dell’Unep. “Lei è la persona giusta al posto giusto. Apprezziamo il ruolo dell’Italia nel Mediterraneo per la tutela ambientale e speriamo che da Napoli esca una dichiarazione ambiziosa condivisa e forte“.