Equinozio di Primavera: stranezze, misteri, leggende e curiosità da tutto il mondo

Oggi, 20 marzo, alle 22:58 scatterà l’Equinozio di Primavera, che segna l’inizio della Primavera nell’emisfero settentrionale e l’inizio dell’autunno nell’emisfero meridionale. In entrambi i casi, la lunghezza del giorno e della notte è quasi uguale in tutte le parti del mondo. È un momento emozionante per gli abitanti dell’emisfero settentrionale, poiché indica un nuovo inizio con la terra che sembra tornare nuovamente a vivere. Le giornate diventeranno gradualmente più lunghe, sbocceranno i fiori e gli animali si risveglieranno dal letargo.

È convenzione dire che l’Equinozio di Primavera segni l’inizio ufficiale della stagione, ma in realtà non è così.

Il cambiamento delle stagioni è in continuo movimento più di quanto il calendario possa suggerire. Molti meteorologi e climatologi, infatti, sostengono che sulla base dei cambiamenti meteo e di temperatura, il primo vero giorno di Primavera nell’emisfero settentrionale dovrebbe essere l’1 marzo. Un equinozio, d’altra parte, riguarda lo spazio e il sistema solare; è un fenomeno planetario, come una specie di eclissi. Un equinozio è il momento del tempo e dello spazio in cui il sole è posizionato direttamente sopra l’equatore terrestre, qualcosa che accade solo due volte all’anno: tra 19 e 21 marzo (Equinozio di Primavera) e il 22-23 settembre (Equinozio d’Autunno). La parola “equinozio” deriva dal latino e significa “notte uguale”: le ore di giorno e notte, infatti, sono quasi identiche durante i due equinozi dell’anno.

In questo articolo, vi proponiamo alcune strane curiosità e leggende sull’Equinozio di Primavera tra animali, demoni e culti di varie divinità provenienti da diverse culture del mondo.

1. Un antico serpente

equinozio di primavera leggendeNell’antica piramide Maya di El Castillo a Chichén Itzá, ogni Equinozio di Primavera e d’Autunno si verifica un misterioso spettacolo. Al tramonto, l’angolazione della luce crea un’ombra che somiglia ad un serpente gigante che striscia lungo il lato della piramide. Potrebbe semplicemente trattarsi di una coincidenza, ma poiché la piramide è dedicata al dio serpente piumato Quetzalcoatl e i Maya erano abili astronomi, molti esperti ritengono che i costruttori della piramide lo abbiano fatto intenzionalmente per creare il suggestivo spettacolo.

2. La Luna Piena del Verme

Per la prima volta in quasi 40 anni, l’Equinozio di Primavera 2019 coinciderà con una Luna Piena del Verme (l’ultima volta è accaduto nel 1981). Ma cos’è una Luna Piena del Verme? I rovesci temporaleschi di marzo possono portare i fiori di aprile, ma costringono anche i vermi ad uscire dal suolo, motivo per il quale la prima luna piena nel mese di marzo è conosciuta come Luna Piena del Verme. (Qui le origini dei nomi di tutte le lune piene dell’anno, le curiosità e INFO UTILI)

3. Un misterioso uovo

Il folklore sostiene che gli speciali cambiamenti energetici o magnetici del giorno dell’Equinozio di Primavera rendano possibile far stare dritto un uovo crudo sulla sua “estremità”. Per quanto possa sembrare curioso, si tratta solo di un mito. Si può riuscire ad equilibrare un uovo crudo sulla sua estremità, ma può accadere in qualsiasi momento dell’anno.

Secondo il Washington Post, questa storia deriverebbe dalle tradizioni del Capodanno lunare cinese, che affondano le loro radici nella dinastia Shang che ha regnato in Cina per quasi 6 secoli. La leggenda vuole che all’Equinozio di Primavera del 1600 a.C., una donna di nome Chien-Ti abbia ricevuto un uovo speciale da una rondine celeste. In una storia che presenta alcune similarità con la Vergine Maria, madre di Gesù, Chien-Ti, anche lei vergine, rimase incinta. Il suo bambino, Hsieh, sarebbe stato divino e avrebbe fondato la dinastia Shang.

4. Il culto di Cibele

Per un gruppo di antichi Romani, l’Equinozio di Primavera era un giorno per celebrare la divinità Cibele, una dea strettamente associata alla natura e alla fertilità. Intorno ad essa nacque un culto e la sua festività era celebrata in maniera simile ai rituali per Dioniso, dio del vino, caratterizzati da feste sfrenate, danze, alcol e sesso. La festività di Cibele includeva anche qualcosa di simile ad un albero di Natale: i festeggianti tagliavano un albero di pino e lo portavano al suo altare, dove lo decoravano con fiori e lo trattavano come un dio. Inoltre, i sacerdoti di Cibele, chiamati Galli, erano eunuchi e portavano lunghi capelli e abbigliamento da donna.

5. La porta per l’inferno

equinozio di primavera leggende In un cimitero nella piccola città di Stull, in Kansas, si trova la cosiddetta “porta per l’inferno”. La leggenda vuole che questa porta sia uno dei diversi posti del mondo tramite il quale il demonio può accedere al mondo umano. Può farlo solo due volte all’anno e uno di questi giorni è l’Equinozio di Primavera (l’altro, neanche a dirlo, il giorno di Halloween). Dagli anni ’70, le persone che visitano il cimitero in questi giorni riportano di udire un ringhio incorporeo, di essere afferrati da braccia invisibili e amnesie.

Il cimitero infernale si è conquistato una reputazione tale che la cantante pop Ariana Grande ha pagato per una visita mentre si trovava in Kansas per esibirsi. “Ho sentito questa macabra e opprimente sensazione di negatività su tutta l’auto e poi abbiamo sentito odore di zolfo, che è il segno di un demone, e c’era una mosca nell’auto, che è un altro segno di un demone. Poi ho fatto una foto e ci sono 3 facce super nitide nell’immagine: sono volti di demoni”, ha raccontato della sua visita.

6. Acque avvelenate

Nell’antica mitologia giudaica, si sosteneva che l’acqua delle sorgenti e dei fiumi non fosse sicura da bere durante gli equinozi di primavera e autunno (e anche nei solstizi di inverno ed estate). I solstizi e gli equinozi erano considerati momenti spiritualmente delicati quando i poteri soprannaturali in conflitto potevano rilasciare veleni cosmici nell’acqua. Uno studioso del XII secolo scriveva: “Un angelo è nominato ogni stagione. Ma quando la nuova guardia sostituisce la vecchia [durante equinozi e solstizi], i potenti guerrieri Cancro e Scorpione si riempiono di gelosia e rabbia. Si sfidano in battaglia, lanciando ira e veleno. Il veleno cade nelle sorgenti e nelle falde acquifere le cui acque scorrono verso le valli e le colline, in ogni pozza d’acqua sulla faccia della Terra e nelle acque all’interno di recipienti di legno e pietra. Le acque uccideranno tutti quelli che berranno in questo momento”.

7. La data di Pasqua

L’esatta data di Pasqua cambia di anno in anno. Decidere quale sarà il giorno di Pasqua è una questione di grande importanza per le chiese cristiane perché celebra la resurrezione di Cristo. È così importante che nel IV secolo d.C., un gruppo di leader cristiani si riunì per decidere ufficialmente come calcolare la data della Pasqua, giungendo alla conclusione che la festività viene celebrata la prima domenica dopo la prima luna piena dopo l’Equinozio di Primavera.

8. Misteriose onde nei fiumi

Onde grandi e abbastanza potenti da poter essere navigate si verificano tipicamente solo negli oceani e nei grandi laghi. Ma durante le maree estreme, solitamente dopo un novilunio o plenilunio, onde conosciute come “mascheretti” possono apparire nei fiumi. I mascheretti più grandi e più “navigabili” si verificano durante gli equinozi di primavera e autunno. Un esempio di questo avviene nell’estuario vicino alla contea di Gloucestershire, in Inghilterra. Chiamata Severn Bore, l’onda ruota ogni mattina per 2-3 giorni intorno all’equinozio e i surfisti di tutto il mondo si riuniscono per provare a percorrerla.

9. Il Capodanno Persiano

Il Capodanno Persiano, conosciuto come Nowruz, inizia con l’Equinozio di Primavera e dura per 13 giorni. La notte dell’equinozio, le famiglie iraniane si riuniscono per una festa e contano i primi rintocchi del nuovo anno, urlando “Eide Shoma Mobarak”, che significa “Buon Anno”. La tavola, chiamata haft seen, è decorata con diversi elementi cerimoniali: una mela che rappresenta la bellezza, aceto per la pazienza, giacinto per la primavera, un budino per la fertilità, germogli per rappresentare la rinascita e monete per la prosperità.