Arriva “Festival della Scienza e dell’Ingegneria” con ricercatori e spettacoli teatrali

MeteoWeb

Si terrà a Palazzo Sirena di Francavilla al Mare il 6 e 7 marzo (ingresso libero) il “Festival della Scienza e dell’Ingegneria” promosso dalla “Società Italiana della Scienza e dell’Ingegneria” (SIdSI)

La manifestazione è in collaborazione con l’Università dell’Aquila, con il patrocinio della SIdSI già ideatrice di iniziative rivolte al mondo giovanile con la collaborazione di prestigiosi Enti quali l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN), l’ENEA, il DICEAA – Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile, Ambiente e Architettura-.  La “Società Italiana della Scienza e dell’Ingegneria”, che ha come presidente onorario il Prof. Antonino Zichichi, si avvale di collaborazioni con Università italiane e straniere, Ordini professionali, Centri di ricerca, Istituzioni pubbliche e private, Industrie, Scuole ed Enti culturali di varia natura, per realizzare programmi comuni di ricerca e di studio, aderendo ad iniziative volte a soddisfare le esigenze espresse nel territorio nazionale.  Altra presenza di prestigio della SIdSI è quella dell’astronauta Paolo Nespoli, socio onorario e membro del Comitato scientifico.

Il tema di questa edizione è “Sostenibilità e Resilienza”.

“Il programma delle attività del Festival della Scienza e dell’Ingegneria –  ha dichiarato l’Ing. Davide Cavuti, direttore generale della SIdSI ha lo scopo di promuovere, favorire e tutelare la diffusione della cultura scientifica, in tutti i suoi campi, con azioni sinergiche che si basano sulle competenze delle diverse personalità del mondo della scienza e delle istituzioni. L’obiettivo principale è quello di creare un rapporto diretto con un ampio pubblico ed in particolare con i giovani“.

La manifestazione nasce con il presupposto di coniugare la cultura scientifica con le attività dei giovani sensibilizzandoli e avvicinandoli ai vari insegnamenti universitari e post-universitari  e non solo.

Il programma prevede il giorno 6 marzo (ore 10.30) la presentazione delle attività scientifiche della SIdSI a cura del direttore Davide Cavuti e il tema della giornata “La mobilità amica dell’ambiente” con l’intervento del Prof.  Gino D’Ovidio, docente di “Tecnica ed economia dei trasporti” all’Università dell’Aquila – Facoltà di Ingegneria, dal titolo “Opportunità tecnologiche per la mobilità sostenibile”;  giovedì 7 marzo (ore 10.30) verrà affrontato il tema legato all’Ingegneria del Mare con il Prof. Marcello Di Risio, docente di “Costruzioni idrauliche e marittime e idrologia” all’Università dell’Aquila – Facoltà di Ingegneria: l’intervento è intitolato “Estrazione energetica dal mare: un’opportunità e una sfida”.

Il 7 marzo, ore 21, ad ingresso libero, si terrà, inoltre, lo spettacolo “Sfumature di donne di scienza” di e con Sara D’Amario, con la mise en scène e musiche di  Francois-Xavier Frantz. Un viaggio nel tempo, dal tono leggero e divertente, in compagnia di venti scienziate che hanno rivoluzionato il mondo della matematica, della fisica, dell’astronomia, della chimica, della filosofia, dell’informaticarecitano le note di presentazione dello spettacoloDall’attrice e inventrice Hedy Lamarr, passando attraverso Ipazia, Sophie Germain, il periodo delle “streghe” e quello delle prime donne laureate o insegnanti, dal fascino dell’atomo, alle implicazioni etiche delle “forbici” del DNA. Le scienziate, le loro famiglie, i loro studi, la loro curiosità, la loro tenacia: tante vite, tante storie, tante scoperte. Lo spettacolo si propone come un mezzo per mettere in luce la presenza e l’attività concreta e fondamentale delle donne nel mondo scientifico. Sarà uno spettacolo informativo e divulgativo ma sempre leggero e divertente,  – afferma una nota di regia – capace di unire gli spettatori in un momento di forte condivisione, di arricchimento culturale e personale, di stimolo della curiosità di ciascuno e di interrogazione sulla propria posizione rispetto alla figura della donna nella società, in particolare nell’ambito scientifico, poiché oggi la scienza incide su molti aspetti della nostra  vita, del nostro presente, del nostro futuro.

Il “Comitato Scientifico” della SIdSI è presieduto dal Prof. Enzo Chiricozzi (già Prorettore delegato per il placement universitario e per i rapporti con il mondo del lavoro e Professore Emerito di “Macchine elettriche”) e ne fanno parte l’Ing. Davide Cavuti (Direttore generale della “SIdSI” e Docente del corso professionalizzante di “Ingegneria del miglioramento continuo” all’Università dell’Aquila), il Prof. Gianfranco Totani (Docente di “Ingegneria Geotecnica” all’Università dell’Aquila e membro della “International Society of Soil Mechanics and Geotechnical Engineering”), l’Ing. Giuseppe Zia (già membro del “Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Ingegneri” e del “Continuing Professional Development Committee” del “F.E.A.N.I.”) ed altri esponenti autorevoli del mondo accademico, dell’industria e delle professioni.

I cinque progetti, elaborati da SIdSI sono i seguenti: “Sicurezza sismica delle costruzioni e del territorio”; “L’Idrogeno, opportunità per la mobilità del futuro”; “Azienda 4.0 e Sistemi integrati per l’efficienza della produzione industriale”; “Economia e Ingegneria del Mare” e “Formazione”.

Nell’attuarli la SIdSI ha individuato la parola chiave “Five S” declinata come Sostenibilità, Società, Scienza, Salute, Sicurezza prendendo spunto dalle “Cinque S” che sono le fondamenta del metodo di ottimizzazione dei processi industriali, applicato attraverso il miglioramento continuo strutturato, nelle aziende moderne e prerogativa della sostenibilità aziendale.

La manifestazione rientra nei “Progetti speciali” del programma di Palazzo Sirena realizzato dall’amministrazione comunale di Francavilla al Mare.