Sfiducia nei vaccini? Probabilmente al governo c’è un partito populista

MeteoWeb

Uno studio britannico della Queen Mary University pubblicato sull’European Journal of Public Health, afferma che nei paesi dove i partiti ‘populisti’ hanno guadagnato consensi negli anni passati c’è anche stata una crescita dello scetticismo nei confronti dei vaccini.
Sono stati analizzati i risultati delle elezioni europee del 2014 in 14 paesi (anche l’Italia), messi a confronto con quanto emerso dal progetto Vaccine Confidence Project che ha misurato le opinioni degli europei sulle vaccinazioni nel 2015.
Dallo studio è emersa una corrispondenza molto stretta tra le percentuali ottenute dai partiti populisti, dal M5S in Italia a Syriza in Grecia a Podemos in Spagna e il numero di persone che si sono dette scettiche sull’efficacia e la sicurezza dei vaccini.

La riluttanza a vaccinare nell’Europa occidentale deve essere compresa nello specifico contesto socioeconomico – conclude lo studio -. Sembra essere spinta dalle stesse dinamiche del populismo politico, una profonda sfiducia nelle elite e negli esperti tra le persone con meno diritti e piu’ emarginate. E’ necessario ricostruire la fiducia nei genitori che sono riluttanti a vaccinare i propri figli, ma ci sono limiti a questa strategia. La piu’ generale sfiducia negli esperti e nelle elite sara’ difficile da risolvere finche’ le cause che la sottendono, un sistema economico iniquo e un sistema politico poco rappresentativo, non verranno risolte