Uragani e incendi in USA: la Fema ha esposto i dati di milioni di vittime

La Fema (Federal Emergency Management Agency, la protezione civile statunitense) ha esposto i dati personali di 2,3 milioni di vittime degli uragani Harvey, Maria, Irma e degli incendi del 2017 in California: il dipartimento per la Sicurezza Nazionale ha scoperto che le informazioni sensibili delle persone che cercavano una sistemazione temporanea sono state trasferite ad un contractor, con conseguente rischio di furto di identità personale o di frodi.
La Fema avrebbe trasferito non solo le informazioni standard previste ma anche riferimenti bancari e indirizzi personali, violando la legge sulla privacy.
Da quando il problema è stato scoperto, la Fema ha preso misure per rimediare a questo errore: non condividerà più dati non necessari con il contractor. Fino ad ora Fema non ha individuato indicazioni che suggeriscano la compromissione di dati delle vittime“, ha spiegato una portavoce.