Bambini per troppe ore davanti alla Tv o tablet? Maggiore rischio di iperattività e deficit dell’attenzione

Ecco come dietro la fruizione prolungata di contenuti video si potrebbero celare diversi problemi comportamentali come deficit dell'attenzione e iperattività

MeteoWeb

Il numero di ore davanti alla Tv,tablet e telefonini potrà sembrare un soluzione per fare stare quieti i bambini. Ma a lungo andare potrebbe essere la causa di sviluppo di problemi comportamentali e a una probabilità oltre 7 volte maggiore di deficit di attenzione e iperattività (ADHD). Lo indica la ricerca pubblicata rivista Plos One e condotta da Piush Mandhane dell’Università di Alberta, secondo la quale praticare sport già a questa età mette al riparo da problemi comportamentali.

Lo studio è stato condotto su 3.500 bambini ed è il primo a focalizzare l’attenzione sull’età prescolare – i bimbi sono stati valutati a 5 anni – e a considerare i diversi tipi di video cui possono essere esposti oggi i più piccoli. Rispetto a bambini che guardavano video di vario tipo per meno di 30 minuti al giorno, i coetanei che superavano le 2 ore risultavano 5 volte più a rischio di avere problemi comportamentali, 5,9 volte più a rischio di riportare problemi di attenzione di rilevanza clinica e ben 7,7 volte più a rischio di presentare i criteri diagnostici per ADHD.

Usando i dati di un ampio gruppo di bambini, abbiamo trovato che per quelli che hanno un uso di video per più di due ore al dì, il rischio di problemi comportamentali è significativamente maggiore all’età di 5 anni. Altro aspetto interessante emerso è che più i bambini trascorrono del tempo nella pratica di sport, meno probabile è che manifestino questo genere di problemi“.