Dall’irascibilità al contatto visivo, 8 comportamenti che in realtà sono causati dall’ansia

Irascibilità, mancanza di contatto visivo, sarcasmo sono solo alcuni dei segni che potrebbero indicare che una persona è ansiosa: ecco alcuni dei comportamenti più comuni tra coloro che soffrono di un disturbo d'ansia

MeteoWeb

Per molte persone, l’ansia fa parte della vita quotidiana. Si preoccupano delle conseguenze delle loro azioni, si preoccupano per il lavoro o per la vita privata e tutti questi pensieri possono portare ad un panico nervoso. Questo a sua volta può avere altre conseguenze sulla vita di una persona, portandosi dietro altri sintomi o altre complicazioni. La seguente lista vi permetterà di comprendere meglio le persone ansiose e di riconoscere che qualcuno a voi vicino soffre di un disturbo d’ansia.

1. Irascibilità: le persone che soffrono di un disturbo d’ansia solitamente rispondono con toni scortesi e possono adottare un atteggiamento aggressivo. Non vogliono essere scortesi, ma possono spesso esplodere facilmente, anche per qualcosa che sembra insignificante.

2. Cancellare i programmi: le persone ansiose potrebbero accordare di fare qualcosa o pianificare un incontro, ma quando l’evento si avvicina, iniziano a pensare a tutti gli esiti possibili della situazione e la cancellano per impedire che le cose possano andare male.

3. Utilizzare molto il cellulare: le persone ansiose non sanno cosa fare quando sono in compagnia di più persone e controllano abitualmente il cellulare perché fornisce una sorta di sollievo nelle situazioni che provocano ansia.

4. Evitare le relazioni: le persone che soffrono d’ansia si sentono meglio quando sono sole e non si concentrano molto sul costruire solide relazioni. Hanno bisogno di incoraggiamento per uscire dal loro guscio perché hanno paura di essere deluse.

5. Evitare i conoscenti: le insicurezze delle persone ansiose spesso le portano ad evitare le persone che conoscono dal passato poiché questo tipo di incontri potrebbe scatenare in loro l’ansia.

6. Il sarcasmo come difesa: le persone ansiose sono spesso sarcastiche e utilizzano parole taglienti per evitare le critiche e allontanare gli altri.

7. Interrompere le persone: coloro che soffrono di ansia spesso non riescono a controllare i loro impulsi e sanno che in seguito non ricorderebbero quello che volevano dire, quindi interrompono gli altri nel bel mezzo di una conversazione.

8. ansiaMancanza di contatto visivo: le persone ansiose combattono con la loro mente tutto il tempo e questa lotta è così intensa che solitamente evitano il contatto visivo e si guardano le mani, oppure guardano il pavimento o il soffitto.

Secondo il Dott. David Rettew, è comune che le persone ansiose spesso agiscano come arroganti o cattive, ma in realtà stanno semplicemente avendo difficoltà nel sapere cosa dire in quel momento. Molti giovani iniziano le loro storie dicendo che qualcuno non piaceva loro all’inizio, ma che dopo un po’ di tempo trascorso insieme, sono diventati amici. Per questo, Rettew consiglia che se vi state sforzando per parlare con qualcuno e quella persona non si sta impegnando allo stesso modo, dovreste considerare il fatto che il fattore dietro tale comportamento è l’ansia. L’altra persona potrebbe avere il desiderio di parlare e conoscervi meglio, ma potrebbe soffrire di nervosismo e affrontare difficoltà nel rispondere. Anche se qualcuno potrebbe considerarvi uno scocciatore, resistere un po’ di più o fare un secondo tentativo per avvicinarvi a quella persona potrebbe portare ad amicizie che altrimenti non potrebbero nascere.

Ansia e attacchi di panico sono associati alla carenza di vitamine: ecco quali e con quali alimenti assumerle