Gran Bretagna: a Londra arriva il nuovo pedaggio per le auto inquinanti ed è salatissimo

Una lotta senza esclusioni di tasse quella della capitale Inglese: da oggi in vigore a Londra la nuova super tassa

MeteoWeb

Quando si parla di salute la qualità dell’aria è al primo posto, specialmente nelle grandi metropoli ed ogni Paese è sempre alla ricerca di nuove soluzioni per far rispettare i limiti delle emissioni inquinanti. La città di Londra ci prova a modo suo con una tassa che sicuramente lascerà molti cittadini londinesi perplessi.

Infatti da oggi chi guida un’auto inquinante e vuole entrare nel centro della capitale sarà tenuto a pagare una super tassa da 14,50 euro ad ogni ingresso. Il provvedimento, voluto dal sindaco Sadiq Khan, fa parte di uno dei programmi più radicali per ridurre le emissioni inquinanti.

La zona a bassissima emissione  – Ulez, Ultra-low emission zone – addebita la tassa a chiunque guidi un’auto diesel più vecchia di 4 anni oppure a benzina che abbia più di 13 anni di vita. Al momento esentati solo i taxi. Per i mezzi pesanti – compresi i pullman – la tassa supera i 115 euro a ingresso. Il provvedimento spiega il primo cittadino, “aiuterà a pulire l’aria e a ridurre le emissioni nocive prodotte dai trasporti, che danneggiano polmoni e riducono l’aspettativa di vita“.

Alle spalle della scelta uno studio del King’s College e dell’Imperial College di Londra commissionato proprio dal sindaco che ha evidenziato il collegamento tra la scarsa qualità dell’aria nella capitale e i circa mille ricoveri ospedalieri ogni anno.
So per esperienza personale che l’aria tossica di Londra sta danneggiando la salute delle persone“, ha affermato Khan. La nuova tassa si applica in qualsiasi momento e si somma alla commissione di congestione di 13 euro che si applica tra le 7 e le 18 nei giorni feriali.