Alla Maratona di Londra, acqua in capsule per combattere i rifiuti delle bottiglie di plastica

Un mare di rifiuti di plastica è la conseguenza più diretta della Maratona di Londra ma quest'anno gli organizzatori hanno affrontato il problema distribuendo capsule commestibili di acqua

MeteoWeb

Dopo la Maratona di Londra, solitamente quello che rimane è un mare di rifiuti di plastica poiché i corridori assetati cercano di mantenersi idratati durante la corsa grazie alle bottiglie d’acqua. Ma per l’edizione 2019 della Maratona, gli organizzatori hanno offerto ai partecipanti capsule commestibili realizzate con estratti di alghe mentre affrontavano l’estenuante percorso di 42km. Le capsule, realizzate dalla start-up londinese Skipping Rocks Lab, sono state create utilizzando una sottile membrana di alghe naturali.

Le capsule “Ooho!” possono essere morse per rilasciare il liquido contenuto all’interno e il rivestimento può anche essere ingoiato. Tuttavia, se i corridori non vogliono ingoiare il rivestimento, possono gettarlo per terra poiché le capsule sono progettate per biodegradare entro 6 settimane, un tempo notevole rispetto ai 450 anni necessari per la decomposizione della bottiglie di plastica. Con la Maratona di Londra, alla Skipping Rocks Lab sperano di dimostrare che questa tecnologia può essere impiegata anche su larga scala.

L’edizione 2019 della Maratona, tuttavia, non è stata completamente “plastic free” poiché bottiglie d’acqua di plastica erano disponibili nei negozi lungo il percorso. Come parte dell’iniziativa per ridurre gli sprechi inutili di plastica, gli organizzatori hanno però garantito che tutte le bottiglie d’acqua distribuite erano almeno parzialmente realizzate con plastica riciclata e che tutte le bottiglie gettate saranno raccolte e riciclate.

Come parte degli sforzi per ridurre il numero di bottiglie in uso, gli organizzatori stanno testando anche dei modi per riciclarle in maniera più efficace. Utilizzando un sistema “a circuito chiuso”, le bottiglie di plastica raccolte a Tower Hamlets, Greenwich, Southwark e Canary Wharf torneranno direttamente ad un impianto di trasformazione, dove saranno riciclate in nuove bottiglie.