Meteo 1° Maggio, le Previsioni dell’Aeronautica Militare: piogge e temporali al Centro-Sud

Dopo il colpo di coda dell'Inverno che ha riportato la neve su Dolomiti e Appenino centrale, Maggio inizierà con bel tempo al Nord ma maltempo al Centro-Sud con piogge e temporali fino al tardo pomeriggio

MeteoWeb

Dopo le eccezionali nevicate di fine aprile sulle Dolomiti e sull’Appennino centrale e la prospettiva di un primo weekend di Maggio caratterizzato dal ritorno di freddo e neve, ci avviamo verso due giorni di bel tempo al Nord ma maltempo al Centro-Sud, soprattutto nella giornata di domani, 1° Maggio. Ecco allora le previsioni dell’Aeronautica Militare per oggi, martedì 30 aprile, e domani, mercoledì 1° Maggio.

Dalle 06.00 UTC alle 24 UTC di oggi, sull’Italia si prevede:

Nord:
– nuvoloso sul Triveneto ed est Emilia-Romagna con deboli piogge sul Friuli Venezia-Giulia, durante la mattinata, e qualche fiocco di neve sui rilievi confinali; le nubi inizieranno poi a diradarsi in serata.
– ampi spazi di sereno sul resto del settentrione a parte qualche temporaneo annuvolamento sul settore orientale della Lombardia.

Centro e Sardegna:
– sereno o parzialmente velato sull’isola.
– residui addensamenti su Marche e Abruzzo; poche nubi invece sulle altre regioni. Nel pomeriggio, annuvolamenti consistenti attesi su aree appenniniche e zone interne, accompagnati da rovesci sparsi e locali temporali che saranno in generale assorbimento nelle ore serali anche se qualche isolato fenomeno sarà ancora possibile tra Reatino, Umbria, Marche meridionali e Abruzzo.

Sud e Sicilia:
– nuvolosità irregolare, nella prima parte della giornata, su Molise, Puglia garganica, Cilento e versanti tirrenici di Basilicata, Calabria e Sicilia con qualche residua pioggia, tranne che sull’isola.
Nel pomeriggio invece, le nubi tenderanno a svilupparsi lungo la dorsale appenninica e le zone interne dove si manifesteranno rovesci sparsi, anche a carattere temporalesco.
In serata poi, ancora nubi, ma in un contesto asciutto, su Sicilia, Calabria, Molise e Gargano mentre altrove si avranno ampie schiarite.

Temperature:
– massime in sensibile aumento al Centro-Nord, Sardegna, Molise e settore nord di Campania e Puglia; in leggero calo altrove.

Venti:
– deboli occidentali con qualche rinforzo al Centro-Sud e sulle isole.

Mari:
– molto mossi il Canale di Sardegna, il Tirreno sud-orientale, lo Stretto di Sicilia, il medio-basso Adriatico e lo Ionio meridionale, tutti con moto ondoso in attenuazione entro la mattinata.
– generalmente mossi gli altri mari con l’alto Adriatico che, in serata, si diventerà poco mosso.

Tempo previsto sull’Italia per domani, mercoledì 1° Maggio

Nord:
bel tempo al Nord, salvo locali annuvolamenti compatti sui rilievi alpini ed appenninici con deboli rovesci associati nelle ore più calde.

Centro e Sardegna:
– annuvolamenti pomeridiani nelle zone interne peninsulari e sui rilievi appenninici con piogge e temporali ma in esaurimento nelle ore serali; seguiranno ampie schiarite.
– cielo sereno o poco nuvoloso sul resto del Centro, salvo annuvolamenti più diffusi sulle zone montuose della Sardegna con isolati rovesci.

Sud e Sicilia:
– sulla Sicilia molte nubi con qualche isolato rovescio tra mattinata ed ore pomeridiane sul settore orientale dell’isola, ma in successivo, veloce miglioramento.
– sul rimanente meridione nuvolosità cumuliforme in graduale aumento nel corso della mattinata con piogge e temporali attesi fino al tardo pomeriggio a ridosso delle aree appenniniche, ma con fenomeni in successivo assorbimento e a prevalenza di sereno dalla sera sulle regioni adriatiche e settori ionici.

Temperature:
– minime senza variazioni di rilievo sui rilievi alpini centro-orientali, Sardegna e settori tirrenici delle regioni
meridionali; in rialzo altrove, più deciso sulla Pianura Padana;
– massime in aumento sulle aree pianeggianti di Lombardia, Emilia-Romagna e Toscana, nonché su Triveneto, Marche e Puglia garganica; in lieve flessione sulle cime appenniniche centromeridionali; stazionarie sul resto del Paese.

Venti:
generalmente deboli: variabili al Nord ed in prevalenza nordoccidentali al Centro-Sud.

Mari:
– mossi il Mare e Canale di Sardegna, il Tirreno meridionale, lo Stretto di Sicilia e il basso Adriatico;
– da poco mosso a mosso lo Ionio;
– poco mossi i restanti bacini.