Meteo per domani in Italia: le previsioni del servizio meteorologico dell’aeronautica militare

Le previsioni del servizio meteorologico dell'aeronautica militare per la giornata di domani in Italia

MeteoWeb

Le previsioni del servizio meteorologico dell’aeronautica militare per la giornata di domani in Italia.

Nord: al mattino nubi compatte su Triveneto, Lombardia sud-orientale ed Emilia-Romagna con associati rovesci e temporali e qualche nevicata sui relativi rilievi oltre i 1200-1300 metri; seguirà un graduale miglioramento dal pomeriggio con ampie aperture serali su settore lombardo, Trentino, Veneto occidentale ed Emilia. Nuvolosità poco significativa sul restante settentrione e più diffusa sulle aree alpine centroccidentali, ma in diradamento dal pomeriggio con ampi spazi di sereno.

Centro e Sardegna: addensamenti consistenti su gran parte del settore peninsulare con deboli precipitazioni sparse, anche temporalesche sulle regioni adriatiche; in serata migliora sulle aree tirreniche e sull’Umbria con estese aperture del cielo attese su Toscana e Lazio. Asciutto sulla Sardegna con cielo poco o parzialmente nuvoloso.

Sud e Sicilia: molte nubi compatte su Molise, Campania, Puglia centrosettentrionale, nonché su Basilicata e Calabria tirreniche con deboli fenomeni convettivi sparsi, in riduzione serale sul settore campano; cielo sereno o poco nuvoloso altrove, a parte qualche addensamento più consistente che interesserà nel pomeriggio la Sicilia tirrenica.

Temperature: minime in calo al Centro-nord peninsulare e sulla Puglia; pressoché stazionarie sul resto del Paese; massime in aumento sulla catena alpina e prealpina centroccidentale e sul triveneto; senza variazioni di rilievo sulle rimanenti aree pianeggianti del Nord, Sardegna e Calabria; in diminuzione sul resto del Paese.

Venti: deboli dai quadranti settentrionali al Centro-nord peninsulare; moderati di maestrale sulla Sardegna ed intorno sud-ovest al meridione.

Mari: da molto mosso ad agitato fino al pomeriggio il mare di Sardegna; molto mossi il canale di Sardegna, lo stretto di Sicilia ed il Tirreno meridionale; da mossi a molto mossi il Mar Ligure, il Tirreno centrale e il basso Ionio; generalmente mossi i restanti mari.