Meteo, le Previsioni dell’Aeronautica Militare: forti piogge al Nord ma da domani marcato aumento delle temperature in tutta Italia

Mentre il Nord fa i conti con piogge torrenziali, il Sud si gode temperature estive che nella giornata di domani si estenderanno a tutta la Penisola: le previsioni dell'Aeronautica Militare

MeteoWeb

Dopo una Pasqua e una Pasquetta all’insegna del forte vento di scirocco su tutta l’Italia, il Nord si ritroverà alle prese con forti piogge torrenziali, cariche di sabbia e polvere provenienti dal deserto del Sahara, mentre il Sud assisterà ad un costante aumento delle temperature di ora in ora, che poi domani arriverà ad  interessare tutta la Penisola.

Meteo, la sabbia del Sahara invade l’Europa: raggiungerà l’Ucraina e persino l’Islanda nelle prossime 48 ore [FOTO e MAPPE]

Dalle 06.00 UTC alle 24 UTC di oggi, martedì 23 aprile, l’Aeronautica Militare sull’Italia prevede:

Nord:
– cielo molto nuvoloso o coperto con precipitazioni diffuse su tutte le regioni, in particolar modo inizialmente su Pianura Padano Veneta, Liguria ed aree alpine occidentali del Piemonte, successivamente, nel pomeriggio, anche sulle aree settentrionali di quest’ultima regione, della Lombardia, del Veneto e sul Friuli Venezia Giulia; localmente le precipitazioni risulteranno anche intense e a carattere di rovescio o temporale ed in serata tenderanno a localizzarsi a ridosso delle aree montuose.

Meteo, allerta piogge torrenziali al Nord: 200mm nelle prossime 48 ore tra Friuli e Veneto [MAPPE]

Centro e Sardegna:
– molte nubi su Sardegna, regioni tirreniche peninsulari ed Umbria con rovesci sparsi ed isolati temporali, localmente più consistenti a ridosso delle Alpi Apuane; nubi in aumento anche sulle regioni adriatiche ma con precipitazioni più deboli e meno estese. In serata tendenza a generale miglioramento salvo residui addensamenti e locali rovesci sulla Toscana.

Sud e Sicilia:
– cielo sereno o poco nuvoloso sulla Sicilia con qualche annuvolamento residuo sulle aree orientali dell’isola e che si formerà sulle aree interne nel corso delle ore centrali della giornata.
– residua instabilità con nuvolosità irregolare e qualche rovescio sulle aree più interne delle regioni peninsulari in attenuazione pomeridiana.

cambiamento climaticoTemperature:
– massime in sensibile diminuzione al Nord, Sardegna, Toscana e Lazio settentrionale; in aumento altrove, più marcato su Sicilia e Calabria.

Venti:
– forti di scirocco con raffiche di burrasca sulla Puglia;
– da moderati a localmente forti dai quadranti meridionali sul resto del Centro-Sud;
– moderati orientali sulla Pianura Padano Veneta;
– da moderati a localmente forti nord orientali sulla Liguria;
– deboli variabili sul resto del Nord.
Tutti comunque in attenuazione soprattutto nel corso della seconda parte della giornata.

Mari:
– da agitato a localmente molto agitato lo Ionio;
– da molto mossi ad agitati il Mare di Sardegna e l’Adriatico ma con moto ondoso in attenuazione pomeridiana;
– molto mossi i restanti mari, tendente a mosso il Tirreno.

Tempo previsto sull’Italia per domani, mercoledì 24 aprile:

Nord:

LaPresse/Stefano Porta

– giornata ancora all’insegna della nuvolosità diffusa con precipitazioni associate un po’ ovunque, ma meno consistenti in Pianura Padano Veneta, in particolare Emilia Romagna dove non mancheranno parziali schiarite. In serata nuova intensificazione delle precipitazioni su alto Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia settentrionale.

Centro e Sardegna:
– velature in transito su tutte le regioni e qualche addensamento nuvoloso più consistente su alta Toscana dove saranno ancora possibili dei rovesci nel corso della mattinata e Sardegna nel corso del pomeriggio con qualche debole rovescio.

Sud e Sicilia:
– cielo sereno o poco nuvoloso salvo qualche nube localmente più compatta sulle aree appenniniche.

Temperature:
– minime in aumento al sud e regioni adriatiche centrali; senza variazioni di rilievo altrove.
– massime in generale marcato aumento.

Venti:
– debole variabile al Nord;
– deboli meridionali sul resto della penisola con rinforzi sulle aree ioniche.

Mari:
– da mossi a molto mossi Adriatico, Mare e Canale di Sardegna;
– da molto mosso ad agitato a largo lo Ionio;
– mossi gli altri mari.