Una storia misteriosa e una posizione isolata: l’isola di Pasqua vista dallo spazio [FOTO]

L'isola di Pasqua è famosa per le sue statue monolitiche di pietra, chiamate Moai, che si ritiene onorino la memoria degli antenati degli abitanti

MeteoWeb

La missione Sentinel-2 del programma europeo Copernicus ci porta sopra una delle isole più remote al mondo: l’isola di Pasqua. Situata nell’Oceano Pacifico, oltre 3.500 km al largo della costa occidentale del Sud America, questa isola cilena è anche nota come Rapa Nui dai suoi abitanti indigeni. Il nome corrente venne invece dato all’isola il giorno in cui gli europei vi sbarcarono nel 1700 – la domenica di Pasqua.

L’isola è famosa per le sue statue monolitiche di pietra, chiamate Moai, che si dica onorino la memoria degli antenati degli abitanti. Ce ne sono circa 1.000 sparse su tutta l’isola, normalmente posizionate vicino all’acqua dolce. Molte si trovano nei pressi del vulcano Rano Raraku, sulla costa sud-orientale. I bordi bianchi lungo la costa meridionale mostrano l’aspro impatto delle onde marine con la riva.

Una caratteristica interessante dell’immagine è il colore arancio-ocra di Poike, la penisola all’estremità più orientale dell’isola. Si dice che, in tempi antichi, ci fosse molta vegetazione sull’isola. Tuttavia, il disboscamento effettuato per le coltivazioni ed il Ratto del Pacifico, o polinesiano, hanno giocato un ruolo nella deforestazione, portando all’erosione del suolo, particolarmente ad est.

Sono stati tentati diversi progetti di riforestazione, compresi una piantagione di eucalipti nel centro dell’isola, visibile in verde scuro nell’immagine. La chiazza marrone a destra della piantagione è probabilmente una bruciatura dovuta ad un incendio boschivo.

La maggior parte degli abitanti dell’isola vive ad Hanga Roa, la città principale e porto sulla costa occidentale, chiaramente visibili nell’immagine. È interessante ricordare che la lunga pista dell’unico aeroporto dell’isola fu designata in passato come sito di atterraggio di emergenza della navetta spaziale statunitense, lo Space Shuttle.

Proprio sul bordo della punta sud-occidentale dell’isola si trova Ranu Kao, il più grande vulcano dell’isola. La sua forma è particolare per via del suo lago craterico, uno dei tre soli bacini idrici naturali dell’isola.

Molti turisti sono attratti sull’isola per via della sua storia misteriosa e della sua posizione isolata. Ciò che è relativamente sconosciuto è l’esistenza di due piccole spiagge sulla costa nord-orientale. La spiaggia di Anakena ha sabbia bianca e corallina, mentre la più piccola spiaggia di Ovahe, circondata da scogliere, presenta una sabbia color rosa.

Sentinel-2 del programma europeo Copernicus è una missione a due satelliti. Ciascun satellite ha a bordo una telecamera ad alta risoluzione che acquisisce immagini della superficie terrestre in 13 bande spettrali. I dati provenienti da Copernicus Sentinel-2 possono essere di aiuto nel monitoraggio dei cambiamenti della copertura del suolo.

Questa immagine, che è stata acquisita il 7 aprile 2019, fa parte della serie video Earth from Space.