AIDS: rischio di trasmissione per via sessuale pari a zero se in terapia

Segnali positivi nel debellare la trasmissione per via sessuale dell'AIDS: le nuove terapie ridurrebbero a zero la carica virale dell'HIV bloccando il possibile contagio

MeteoWeb

Potrebbe essere un passo in avanti decisivo, quello dimostrato negli ultimi studi, nel contenere una malattia che ancora oggi preoccupa ed di cui sono affette milioni di persone al mondo: l’AIDS.
Le nuove terapie offrono un scenario incoraggiante per la lotta contro l’HIV, e sono così efficaci che gli uomini sieropositivi in trattamento non trasmettono più il virus per via sessuale.

Questo quanto dimostrato da uno studio pubblicato dalla rivista “Lancet” che dimostra secondo gli autori che è possibile in teoria bloccare l’epidemia in corso nel mondo trattando tutti i pazienti.
L’analisi, coordinata dall’University College di Londra, ha seguito per circa 7 anni circa 1.000 coppie omosessuali in cui uno dei partner era sieropositivo e in trattamento e l’altro sieronegativo. Nel periodo considerato sono stati riportati dai soggetti quasi 80.000 rapporti sessuali non protetti, e non si è verificato nessun contagio, con 15 persone che si sono infettate ma per rapporti esterni alla coppia.

I nostri risultati – dichiarano gli autori – danno la prova conclusiva che il rischio di trasmissione tramite rapporto sessuale quando la carica virale è soppressa è effettivamente zero. Questo potente messaggio può aiutare a far terminare la pandemia prevenendo la trasmissione dell’HIV e combattendo lo stigma e la discriminazione che molte persone con HIV devono affrontare“.