Ambiente: il 5 Maggio la Festa delle Oasi e delle Riserve LIPU

Il vasto programma si svolgerà in zone umide ma anche aree costiere, boschi e colline, habitat protetti dalle strutture gestite dalla Lipu

MeteoWeb

E’ in programma domenica 5 maggio la Festa delle oasi e riserve della Lipu: 25 appuntamenti in altrettante strutture gestite dall’Associazione per ammirare, grazie a una fitta rete di sentieri e capanni per il birdwatching, la bellezza degli uccelli selvatici nel loro ambiente naturale.

Il vasto programma si svolgerà in zone umide ma anche aree costiere, boschi e colline, habitat protetti dalle strutture gestite dalla Lipu che proporranno passeggiate e visite guidate, birdwatching, giochi e laboratori per i più giovani, laboratori di pittura naturalistica, mostre fotografiche e conferenze. Anteprima domani, sabato 4 maggio, all’Oasi Lipu Ca’ Roman, nella laguna di Venezia, con la prima escursione alle 10,30 alla scoperta di flora, fauna e storia del luogo. Il focus della Festa del 5 maggio sarà l’osservazione degli uccelli selvatici e della loro bellezza, aiutati dagli esperti della Lipu che spiegheranno come riconoscere le specie, distinguere il canto o capirne i comportamenti. L’evento si tiene nel 40° anniversario dall’approvazione Direttiva Uccelli, la rivoluzionaria normativa europea che ha permesso la salvaguardia della biodiversità in tutta Europa, in particolare proprio degli uccelli selvatici.

Le liberazioni di uccelli selvatici, restituiti all’habitat dopo un periodo di cure prestate dai centri recupero della Lipu avverranno nell’Oasi Garzaia di Pederobba, in provincia di Treviso, all’Oasi Bosco del Vignolo (Pavia), alla Riserva del Chiarone-Oasi Lipu Massaciuccoli (Lucca), al Centro habitat mediterraneo di Ostia e all’Oasi Castel di Guido, a Roma.

Saranno fino a 300 le specie di uccelli visibili, tra cui aironi, rapaci e limicoli come l’airone cenerino, il tarabuso, il falco di palude, il cavaliere d’Italia, oltre a un’estesissima varietà animali e vegetali. Tante le rarità, tra gli uccelli, che grazie alle oasi della Lipu sono state salvaguardate in questi anni: dall’airone rosso alla moretta tabaccata, dal falco della regina al capovaccaio, dal lanario alla pernice di mare.

In Piemonte la Riserva naturale Crava Morozzo allestisce la mostra “L’arte degli uccelli” con foto, disegni e poesie di Pablo Neruda e proiezione di filmati sul tema della bellezza della natura a cura degli studenti di Rocca de’ Baldi, Istituto comprensivo “Oderda-Perotti”. In Lombardia, alla Riserva Palude Brabbia, laboratori per i giovani dai 7 ai 12, per conoscere la fauna degli stagni: rane, tritoni, ditischi e altri, mentre all’Oasi Bosco del Vignolo verrà allestita una mostra sulla Direttiva Uccelli. “Indovina chi canta” sarà invece l’evento della Riserva paludi Ostiglia (Mantova) per riconoscere il canto degli uccelli più comuni. In Toscana la Riserva del Chiarone-Oasi Massaciuccoli proporrà Liberi di volare, evento che prevede una gita in battello per assistere alla liberazione di uccelli marini e acquatici mentre la Riserva naturale Santa Luce offrirà un approfondimento sulla migrazione con l’osservazione di falchi, svassi e cannareccioni. Nel Lazio visita guidata all’Oasi Castel di Guido nel sentiero degli allocchi e in quello delle rondini; al Parco naturale Pantanello (Latina) un laboratorio per bambini aiuterà ad apprendere le tecniche del disegno degli uccelli. In Campania, nell’Oasi Zone umide beneventane, si potranno apporre nidi artificiali per cinciallegre e pettirossi. Altri eventi si svolgeranno in oasi e riserve presenti nelle regioni appena citate e in altre regioni come Liguria, Emilia-Romagna, Puglia, Sicilia e Sardegna.

Grazie ai sentieri, ai camminamenti, ai tantissimi capanni di osservazione, le nostre oasi e riserve offrono l’opportunità di immergersi nel verde, lontani per un giorno dagli schermi dei cellulari e dalla vita caotica delle città, per capire quanto la natura sia preziosa – dichiara Danilo Selvaggi, direttore generale della Lipu – Abbiamo preparato una festa ricca, piena di iniziative, proprio nell’anno in cui festeggiamo i 40 anni dall’emanazione della più importante direttiva europea in difesa degli uccelli selvatici, che tanti benefici ha portato in termini di tutela, conoscenza e sensibilizzazione. Regalatevi una giornata di natura e di felicità. Non ve ne pentirete“.

In caso di maltempo gli eventi potrebbero essere rinviati a domenica 12 maggio. A questo proposito è opportuno contattare le singole strutture per un aggiornamento della situazione.