Boeing: testati i motori della capsula Starliner, previsto volo dimostrativo con gli astronauti a novembre

Test completati per i motori della capsula della Boeing, se tutto andrà bene a novembre il primo volo con equipaggio: "spianano la strada ai voli da e verso la Stazione Spaziale Internazionale"

MeteoWeb

La capsula della Boeing destinata a portare nello spazio equipaggi umani, ha completato il test dei motori della Starliner. Questa prova apre la via ad altri due test previsti questa estate, compreso il primo volo dimostrativo e senza equipaggio, verso la Stazione Spaziale Internazionale, in programma il 17 agosto. Se il riscontro sarà positivo il primo volo con equipaggio potrebbe essere previsto a novembre. Il test è avvenuto nel complesso “White Sands Test Facility” della NASA nel New Mexico. E va a completare una fase chiave dello sviluppo della capsula Starliner. Infatti, dimostra che è stato risolto il problema alle valvole, che nel giugno 2018, quando dopo una breve accensione del motore le valvole non si erano chiuse completamente, aveva causato la perdita di propellente. In seguito a quel caso la Boeing aveva fermato tutti i test e aveva modificato alcune componenti hardware e anche i software, ha detto Chris Ferguson, pilota collaudatore della Boeing ed ex astronauta della NASA che volerà sulla prima missione dimostrativa con equipaggio.

Il successo di questo test ci dice che il sistema funzionerà correttamente e manterrà Starliner e l’equipaggio al sicuro in tutte le fasi del volo“, rileva John Mulholland, vice presidente e program manager del programma commerciale con equipaggio della Boeing. Questo, ha aggiunto “spiana la strada al pad abort test e ai voli da e verso la Stazione Spaziale Internazionale entro quest’anno“. L’abort test avrà il compito di dimostrare l’abilità della capsula di separarsi rapidamente dal lanciatore in caso di emergenza nelle prime fasi di volo. Successivamente la Boeing procederà al primo volo senza equipaggio che includerà l’attracco alla Stazione Spaziale e l’atterraggio negli Stati Uniti occidentali.

La missione dal nome “Orbital Flight Test” è prevista per il 17 agosto dalla base di Cape Canaveral in Florida, spinta da un razzo Atlas 5 della United Launch Allianc. Nel caso di conclusione positiva della missione la Boeing  potrebbe essere pronta per far volare già a novembre il primo equipaggio verso la stazione spaziale, nella missione “Crew Flight Test” che avrà a bordo Chris Ferguson e gli astronauti della NASA Mike Fincke e Nicole Mann.