Catastrofico inquinamento in Congo: veri e propri fiumi di rifiuti di plastica soffocano il Paese [VIDEO]

I corsi d’acqua sono totalmente inondati dalla plastica in Congo: uno sconcertante segno dell’allarmante inquinamento che questo materiale ha creato sul nostro pianeta. Le incredibili immagini

MeteoWeb

A Kinshasa, capitale della Repubblica Democratica del Congo, veri e propri fiumi di rifiuti di plastica si stanno impadronendo dei corsi d’acqua della città. Migliaia di bottiglie di plastica si sono accumulate nel corso degli anni, causando gravi inondazioni quando piove. I video che trovate in fondo all’articolo sono eloquenti. È inquietante e sconcertante osservare come i corsi d’acqua siano totalmente inondati dalla plastica, ulteriore segno dell’allarmante inquinamento che questo materiale ha creato sul nostro pianeta.

In uno dei video, il residente Eric Katankupole, visibilmente stufo della situazione, spiega all’AFP: “È iniziato tra il 2003 e il 2004, l’accumulo di rifiuti di plastica e le persone che gettano via i rifiuti di plastica. Soprattutto quando piove, tutti ne approfittano e gettano i rifiuti nella pioggia nel fiume Kalamu”. Quando piove, le ostruzioni possono portare inondazioni e frane mortali, spiega il video mentre scorrono le immagini di quelli che dovevano essere corsi d’acqua trasformati in “corsi di plastica”. L’ex funzionario Lambert Mukwemuvi aggiunge: “Dobbiamo scegliere i posti in cui gettare la spazzatura. Non dobbiamo buttarli nei canali. Ora ci sono inondazioni in tutti i campi”. Il governo ha vietato la produzione e la vendita di sacchetti e bottiglie di plastica. Si stima che 8 milioni di tonnellate di plastica finiscano ogni anno negli oceani del mondo, riporta ancora il video.

plastica Nel secondo video in fondo all’articolo, Way Muloway, osservatore di Les Observatuers – France 24, ha raccolto altre immagini della plastica che sta conquistando le strade e i corsi d’acqua del Paese. Secondo Muloway, l’inquinamento dei fiumi è diventato “catastrofico”: “Non si vede più l’acqua quando si passano i fiumi e ci sono odori molto sgradevoli. Le persone spesso lanciano i loro rifiuti nell’acqua perché vengono portati via e alcuni urinano nelle bottiglie prima di gettarle. In alcune aree, l’odore è così cattivo che non si resiste per più di 5 minuti”.

“Volevo che il mondo sapesse di questo problema, in modo che vengano intraprese delle azioni. Ci sono molte soluzioni che possono essere adottate per evitare questo inquinamento. Non abbiamo un impianto di riciclaggio o un modo efficiente per trattare i rifiuti a Kinshasa. Ma potremmo lanciare progetti. Potremmo riutilizzare le bottiglie di plastica come materiale di costruzione, riempendole di sabbia e cemento. Potremmo utilizzarle per costruire barriere contro l’erosione e fare pressione ai produttori di bevande per pagare per un sistema di riciclo. Dobbiamo agire perché quello che sta succedendo è catastrofico. Ogni volta che passo davanti a quest’area, vedo tutta questa plastica e penso ai pesci che finiranno per avercela nello stomaco”, ha concluso.

https://www.facebook.com/FRANCE24.Observers/videos/2199490763432390/?v=2199490763432390