Giornata Mondiale dell’Ambiente: Copernicus rivela il valore delle previsioni sulla qualità dell’aria

Copernicus Atmosphere Monitoring Service pubblicherà un video per spiegare come viene monitorata la qualità dell’aria e il valore delle sue previsioni

MeteoWeb

In occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente il 5 giugno, dedicata al tema dell’inquinamento dell’aria, il Copernicus Atmosphere Monitoring Service pubblicherà un video, per spiegare come viene monitorata la qualità dell’aria e il valore delle sue previsioni.

Le previsioni della qualità dell’aria, così come quelle meteorologiche, sono ora uno strumento essenziale, in quanto testimoniano gli effetti sfavorevoli dell’inquinamento atmosferico sulla salute, soprattutto nelle nostre città. Mentre inaliamo aria e ossigeno vitale, respiriamo anche piccole quantità di gas nocivi e particelle sottili, che influiscono sulla nostra salute e sul nostro benessere.

Il Copernicus Atmosphere Monitoring Service (CAMS), implementato dal Centro europeo per le previsioni meteorologiche a medio termine (ECMWF) per conto dell’Unione Europea, fornisce, a milioni di persone, una grande quantità d’informazioni sull’aria che respiriamo.

In occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente il 5 giugno, CAMS pubblicherà un video, che spiega come il proprio lavoro contribuisca a mitigare l’inquinamento atmosferico attraverso i propri sistemi di previsione. Queste informazioni permetteranno alle persone di comprendere meglio la situazione e ridurre la propria esposizione all’inquinamento, prendendo in considerazione i dati presentati per organizzare la propria vita quotidiana.

Il video mostrerà come le previsioni atmosferiche di CAMS vengono create attraverso satellite, dati in-situ e modelli informatici, per fornire un’immagine “di fondo” della qualità dell’aria ed evidenziare la complementarietà di queste informazioni con i siti di monitoraggio locali.

A trarre beneficio dall’uso delle informazioni sulla qualità dell’aria, fornite da CAMS, sono aziende e attori politici. Gli urbanisti, per esempio, grazie a questi dati possono regolare le tempistiche dei semafori per ridurre le emissioni.

Le App per la qualità dell’aria fanno uso sempre maggiore delle previsioni di CAMS, i cui dati vengono prodotti due volte al giorno e fino a cinque giorni prima. Questo permette alle App di fornire un’immagine coerente e molto accurata della qualità dell’aria, in Europa e nel resto del mondo, durante un particolare giorno.

Una delle app più note che utilizza le informazioni sulla qualità dell’aria di CAMS è l’App meteo per iPhone, offerta da The Weather Channel. Anche le principali applicazioni specializzate come Breezometer e Plume Labs si affidano a CAMS come input principale. Per la città di Riga in Lettonia, così come per Londra e il sud est dell’Inghilterra, airTEXT fornisce previsioni regionali sulla qualità dell’aria. Oltre a queste, DiscovAir utilizza CAMS per mandare alert localizzati sulla qualità dell’area e altre informazioni collegate alla salute, sviluppati dall’Osservatorio Nazionale di Atene (NOA).

Il Meteo della Qualità dell’Aria: ecco il trailer del Copernicus Atmosphere Monitoring Service [VIDEO]