Espulsioni di massa coronale: possibilità di vedere l’Aurora Polare nelle prossime due notti

Il Bureau of Meteorology dell'Australia sta monitorando due espulsioni di massa coronale che nelle prossime notti potrebbero produrre lo spettacolo dell'Aurora Polare

MeteoWeb

Gli australiani potrebbero avere la rara possibilità di vedere un’aurora illuminare il cielo notturno in questa settimana grazie ad una maggiore attività solare. La notte di oggi, mercoledì 15 maggio, e quella di domani offriranno le migliori opportunità per gli appassionati di osservare il magico spettacolo di luci, secondo il Bureau of Meteorology.

Zahra Bouya, esperta di meteo spaziale del Bureau of Meteorology, ha spiegato che queste possibilità sono state causate da diverse eruzioni sulla superficie del sole, che sono rare in questo momento del ciclo solare. “Attualmente stiamo monitorando due espulsioni di massa coronale, che sono grandi nubi di plasma espulse da sole che viaggiano ad alta velocità nello spazio. Sono relativamente lente e i nostri modelli di previsione riportano che passeranno sopra di noi il 15 e 16 maggio. Quando questo materiale raggiunge la Terra, la maggior parte di esso viene deviata dal campo magnetico del pianeta. Ma quando l’espulsione di massa coronale passa sulla Terra, il suo campo magnetico potrebbe connettersi con il nostro, permettendo il trasferimento di enormi quantità di energia al nostro campo magnetico, generando tempeste geomagnetiche che possono durare per 2-3 giorni e produrre spettacolari aurore nelle notti successive”, ha spiegato l’esperta.

Le località migliori per le osservazioni saranno alcune zone della Tasmania e il sud dello stato di Victoria. Per gli spettatori a latitudini inferiori, le luci saranno visibili dall’orizzonte, anche se in questo modo sono emessi meno colori, solitamente sfumature di grigio. Tuttavia, potranno ancora essere osservati i colori più forti in caso di grande intensità delle tempeste solari. Lo spettacolo delle aurore si manifesta in molti colori, nonostante verde chiaro e rosa tendano ad essere i più comuni.

Esistono due tipi di aurore. Le aurore settentrionali sono chiamate Aurore Boreali, che significa “alba del nord”. Quelle meridionali, invece, sono chiamate Aurore Australi, dal latino che significa “meridionale”, che rappresenta, tra l’altro, l’origine del nome Australia. Questo spettacolo si accende quando le particelle elettricamente cariche del sole entrano nell’atmosfera terrestre. Solitamente, vengono deviate dal campo magnetico della Terra. Ma durante le tempeste più forti, possono entrare nell’atmosfera e in collisione con le particelle di gas, inclusi idrogeno ed elio. Sono proprio queste collisioni ad emettere le spettacolari luci che danno origine all’affascinante fenomeno delle aurore.