Fibromialgia, l’insulino-resistenza ne è la causa? Un comune farmaco contro il diabete riduce il dolore, nuove speranze di cura

La fibromialgia è una delle condizioni di dolore cronico più comune: un nuovo studio ha messo in luce il collegamento con la resistenza all'insulina, aprendo potenzialmente le porte verso nuove speranze di cura

MeteoWeb

La fibromialgia e altre forme di dolore cronico possono essere causate dall’insulino-resistenza, secondo quanto suggerisce un nuovo studio, pubblicato su PLOS ONE, e secondo gli esperti, la condizione potrebbe essere curata utilizzando un comune farmaco contro il diabete. Un team di scienziati dell’University of Texas spera che la scoperta possa portare ad un cambiamento rivoluzionario nella cura del dolore cronico, risparmiando potenzialmente anche miliardi in antidolorifici.

Gli scienziati sono stati in grado di identificare le persone con fibromialgia utilizzando un comune esame del sangue dell’emoglobina glicata (A1c) per l’insulino-resistenza. Hanno poi trattato i pazienti con la metformina, un farmaco sviluppato per combattere l’insulino-resistenza nei diabetici. Hanno scoperto che tutti i pazienti hanno sperimentato una riduzione del dolore. I ricercatori hanno scoperto che i livelli di glucosio nel sangue di tutti i pazienti erano notevolmente più alti rispetto alle persone normali e si sono meravigliati del fatto che studi precedenti avessero trascurato questa connessione.

La ragione principale per questa omissione è che circa la metà dei pazienti con fibromialgia ha valori di A1c attualmente considerati all’interno dell’intervallo normale. Tuttavia, questo è il primo studio ad analizzare questi livelli normalizzati secondo l’età delle persone, poiché i livelli ottimali di A1c variano nel corso della vita. L’aggiustamento secondo l’età del paziente è fondamentale nel sottolineare le differenze tra i pazienti e i soggetti di controllo”, ha spiegato il Dott. Miguel Pappolla, professore di neurologia.

Studi precedenti hanno trovato una connessione tra la resistenza all’insulina e disfunzioni all’interno dei piccoli vasi sanguigni del cervello, ma finora nessuno aveva mai analizzato se questo fosse collegato alla fibromialgia. “Poiché il problema è presente anche nella fibromialgia, abbiamo analizzato se la resistenza all’insulina è l’anello mancante in questo disturbo. Abbiamo dimostrato che la maggior parte, se non tutti i pazienti con fibromialgia può essere identificata dai livelli di A1c, che riflettono i livelli medi di glucosio negli ultimi 2-3 mesi”, ha spiegato il Dott. Pappolla. Il professore ha aggiunto che le persone con pre-diabete che avevano valori di A1c leggermente più alti avevano un rischio più alto di sviluppare dolore al cervello, sintomo tipico della fibromialgia.

La fibromialgia è una delle condizioni di dolore cronico più comune. Lady Gaga, Morgan Freeman, Sinead O’Connor sono tra i personaggi più noti a soffrirne. Nonostante siano stati condotti numerosi studi, non ci sono terapie o farmaci per i pazienti oltre agli antidolorifici. Nonostante siano necessari ulteriori studi, gli esperti sperano che questi nuovi risultati possano offrire nuova speranza per i milioni di persone nel mondo che vivono con questa patologia debilitante.