Giornata Internazionale della Luce: da Leonardo agli Uffizi, i laser danno nuova vita alle opere d’arte

Giornata Mondiale della Luce: istituita dall’UNESCO per sensibilizzare l’opinione pubblica sul ruolo prezioso della Luce e delle tecnologie ottiche

MeteoWeb

Dalla scienza alla cultura, dalla medicina allo sviluppo sostenibile, per arrivare fino all’arte: come ricorda la Giornata Internazionale a essa dedicata dall’UNESCO, sono molti gli ambiti in cui la Luce e le sue tecnologie hanno apportato un contributo fondamentale. Proprio in concomitanza con la Giornata del 16 maggio, l’italiana Quanta System, controllata da El.En. SpA (Borsa Italiana ELN.MI) e leader a livello mondiale nella ricerca e produzione di laser, annuncia due recenti iniziative che confermano l’impegno di lungo corso dell’azienda nel porre le sue innovative “tecnologie di luce” al servizio del recupero di importanti beni culturali. Diverse sono, infatti, le opere d’arte, i monumenti e i siti UNESCO in tutto il mondo che hanno riacquistato nuova vita grazie ai laser Quanta.

La prima delle due iniziative è il restauro che ha riportato alla luce i disegni di Leonardo da Vinci nella Sala delle Asse del Castello Sforzesco di Milano: un progetto reso possibile anche dall’impiego del laser Thunder Compact, messo gratuitamente a disposizione dall’azienda varesina. La riapertura straordinaria al pubblico della Sala, da domani fino al 12 gennaio, si inserisce nel palinsesto “Milano Leonardo 500”, rassegna di celebrazioni per i 500 anni dalla morte del Maestro.

L’ultimo progetto artistico di Quanta System riguarda invece la donazione del laser Thunder al complesso museale degli Uffizi di Firenze, dove verrà impiegato per il restauro conservativo delle statue dei Giardini di Boboli e dei dipinti delle Gallerie.

“La dedizione di Quanta nella conservazione delle opere d’arte è evidente nei laser che, ancora oggi, lavorano per restaurare capolavori in tutto il mondo”, dichiara Girolamo Lionetti, General Manager di Quanta System. “L’unicità della nostra tecnologia risiede nella capacità di riportare le opere d’arte all’antico splendore rispettandone la preziosa superficie e la texture originale, con lo stesso standard di qualità e accuratezza dei laser che realizziamo per la Medicina Estetica e la Chirurgia. L’approccio laser nella pulitura dei beni artistici ha dimostrato due importanti vantaggi: minima invasività senza l’impiego di sostanze chimiche e, allo stesso tempo, massima precisione dell’intervento”.

L’azienda rende noti i due importanti risultati alla vigilia della Giornata Mondiale della Luce, istituita dall’UNESCO per sensibilizzare l’opinione pubblica sul ruolo prezioso della Luce e delle tecnologie ottiche nel migliorare le condizioni di vita delle persone, in diversi ambiti di applicazione: il laser è un esempio perfetto di come la ricerca scientifica sulla luce possa portare a progressi sostanziali per la società. Celebrata per la prima volta nel 2018, la Giornata si tiene ogni anno il 16 maggio.